fbpx

Klaus Davi: “vedrete come per le Regionali in Calabria non si voterà neanche ad Aprile”

Le parole di Klaus Davi ospite del popolare programma “Fuori dal Coro” condotto da Mario Giordano su Rete 4

Non credo che l’influenza della ‘Ndrangheta sia circoscritta solo a una parte politica. Sarebbe poco credibile che il ‘Sistema’ circoscrivesse le proprie attività solo a un’area e preservasse l’altra venendo meno ai propri interessi. Alcune recenti liste presentate alle regionali e alle comunali puzzano lontano un miglio di ‘Ndrangheta anche in virtù dei loro ‘ispiratori’. Tornando alle comunali, tutta da chiarire è invece la scelta di una parte in causa di candidare un parente stretto di un Killer di Archi. Prima bisogna vedere se è vero. Se fosse vero bisognerebbe capire se tale candidatura ha avuto ‘impatto’ sui parenti operanti nella circoscrizione. E poi valutare quanti voti una simile scelta abbia potuto dirottare. Per molto meno alcuni comuni sono stati sciolti – vedi Africo – e, se la cosa dovesse essere confermata, assolutamente veritiere potrebbero riecheggiare le parole di Nicola Gratteri: ‘La ‘Ndrangheta si schiera sempre coi vincenti'”. Lo ha dichiarato Klaus Davi che ieri sera è stato ospite del popolare programma “Fuori dal Coro” condotto da Mario Giordano su Rete 4, dove ha ribadito commentando un servizio dedicato alla Calabria: “Per le regionali non si voterà ad aprile. Se va bene a giugno. Ma non certo ad aprile. A decidere tutto sarà il CTS in base all’andamento della pandemia“.