fbpx

Entra in coma a inizio marzo, prende il Covid e si risveglia dopo 10 mesi: non sa nulla della pandemia

Joseph Flavill

Joseph Flavill, ragazzo inglese di 19 anni, è entrato in coma dieci mesi fa e ora – al risveglio – non sa nulla del Coronavirus, che ha anche contratto

Una storia sensibile, profonda e toccante è quella che ha colpito da vicino Joseph Flavill, ragazzo inglese di 19 anni che lo scorso 1 marzo (quasi un anno fa) è entrato in coma in seguito ad un incidente stradale a Burton, in Inghilterra, investito da un’auto mentre passeggiava. Dopo 10 mesi il giovane si è risvegliato, iniziando ad interagire (a distanza) con i familiari, sbattendo le palpebre, sorridendo, muovendo le gambe. In questi 10 mesi, però, ne ha passate di ogni, contraendo per ben due volte il Covid e riuscendo in entrambi i casi a guarire.

Ma in tutta questa storia c’è un particolare che non può passare inosservato: Joseph, di tutto quello che è successo nel mondo da un anno a questa parte, non sa nulla. Della pandemia, delle mascherine, del distanziamento, delle chiusure, niente. L’Inghilterra, infatti, è entrata in lockdown tre settimane dopo il suo incidente. E adesso come gli spiegheranno questa vicenda? Lui, infatti, già potrebbe chiedersi perché la sua famiglia non è lì con lui ad assisterlo: “Non sa nulla della pandemia – dice la zia Sally Flavill Smith al Guardian – La sua consapevolezza sta migliorando, ma non sappiamo bene cosa sappia. Non so davvero da dove iniziare. Un anno fa se qualcuno mi avesse detto cosa sarebbe successo non credo che ci avrei creduto. Non ho idea di come potrà comprendere quello che abbiamo attraversato. L’occasione per spiegargli cosa è successo sarà quando saremo davvero faccia a faccia“, afferma la donna.