fbpx

Il cantautore reggino Michelangelo Giordano tra gli artisti della maratona musicale per la liberazione di Patrick Zaki

Il cantore calabrese è tra gli artisti che l’8 febbraio chiederanno a gran voce la liberazione dello studente egiziano durante la maratona “Voci X Patrick”

Lunedì 8 febbraio sarà il primo triste anniversario dell’arresto di Patrick Zaki, l’attivista e ricercatore di 27 anni torturato e tuttora incarcerato in Egitto. In quell’occasione, Amnesty International Italia, Voci per la libertà ed il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti organizzano “Voci X Patrick – Maratona musicale per chiedere la liberazione di Patrick Zaki”, un evento in streaming per chiedere l’immediato rilascio dello studente egiziano, che è detenuto in carcere come prigioniero di coscienza a causa del suo lavoro per i diritti umani e per le sue opinioni politiche espresse sui social media. Il cantautore calabrese Michelangelo Giordano insieme a numerosi artisti, tra i quali Roy Paci, Marina Rei, Grazia Di Michele, Il parto delle nuvole pesanti e molti altri, si susseguiranno in una grande maratona online per chiedere la libertà di Patrick George Zaki, lo studente egiziano di 29 anni dell’Università di Bologna che ancora è in carcere. L’evento in streaming, che si terrà dalle 12 alle 24, è la più grande mobilitazione musicale organizzata per Patrick. Sarà trasmesso su Facebook e YouTube su vari canali messi a disposizione da molteplici partner tra cui ci sono l’Università di Bologna, dove Patrick frequentava il master Gemma, il Comune di Bologna, Free Patrick Zaki, la Fondazione Lelio Luttazzi, il Movimento Napoli Capitale, la Scuola di Musica Popolare di Donna Olimpia di Roma. Le performance degli artisti si alterneranno con interventi degli organizzatori, di giornalisti, attori, istituzioni e amici di Patrick. Il cantore Michelangelo Giordano parteciperà con una rivisitazione del suo brano intitolato “Mio fratello”, realizzata proprio per l’occasione.