fbpx

“Ibrahimovic sporco balija”, pesanti insulti etnici in Stella Rossa-Milan: il club di Belgrado si scusa

Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Stella Rossa-Milan, i tifosi di Belgrado rivolgono insulti razzisti nei confronti di Ibrahimovic: il club costretto a scusarsi con una nota ufficiale

La partita di Europa League fra Stella Rossa e Milan si è svolta a porte chiuse, come da disposizioni governative per limitare gli effetti della pandemia di Coronavirus, ma un gruppo di tifosi della squadra di Belgrado era comunque presente alla stadio. I supporter erano ‘nascosti’ dietro una delle tribune dello stadio e i loro cori sono stati ben udibili per tutta la partita. Alcuni hanno anche superato il limite. Sono diventati ben presto virali gli insulti rivolti a Zlatan Ibrahimovic, che ieri non è sceso in campo. “Sporco balija“, le parole in questione: insulto razziale di natura etnica che sottolinea in maniera dispregiativa l’origine bosniaca del bomber rossonero. Ibra ha infatti radici balcaniche: madre croata cattolica e un padre bosniaco musulmano, entrambi emigrati in Svezia.

La Stella Rossa di Belgrado è stata costretta a scusarsi con un comunicato: “la Stella Rossa condanna nella maniera più ferma le frasi offensive nei riguardi di Zlatan Ibrahimovic. Come società abbiamo fatto di tutto affinchè l’organizzazione dell’incontro fosse al livello di due grandi squadre, e non consentiremo che un singolo primitivo getti una macchia sulla tradizionale ospitalità del nostro Paese e del nostro popolo. La società si scusa nella maniera più sincera con Zlatan Ibrahimovic per l’episodio spiacevole”.