fbpx

Gioia Tauro: dal 20 febbraio verrà ripristinato il servizio di Cardiologia ambulatoriale presso l’Ospedale Civile

L’Amministrazione Comunale di Gioia Tauro ha appreso, con viva soddisfazione, che a far data del 20 febbraio 2021 verrà ripristinato il servizio di Cardiologia ambulatoriale presso l’Ospedale Civile di Gioia Tauro

“A seguito di una colloquiale telefonata odierna, intercorsa con il Direttore Sanitario Aziendale dell’Asp Dott. Antonio Bray, l’Amministrazione Comunale di Gioia Tauro ha appreso, con viva soddisfazione, che a far data del 20 febbraio 2021 verrà ripristinato il servizio di Cardiologia ambulatoriale presso l’Ospedale Civile di Gioia Tauro. Questo è solo il primo passo verso il ripristino di tutti i servizi ambulatoriali presenti nel P.O. prima della conversione dell’ospedale al servizio dei degenti stabilizzati provenienti dal GOM di Reggio Calabria”. E’ quanto scrive in una nota il Sindaco, Aldo Alessio. “In particolare è stato sollecitato il ripristino del laboratorio di analisi e della radiologia e di assicurare la riapertura dello sportello del Centro Unico di Prenotazione (CUP). In caso di necessità sanitaria, anche per quanto riguarda i servizi vaccinali anticovid, l’Amministrazione comunale ha riconfermato la volontà di mettere a disposizione i locali presenti in Palazzo Sant’Ippolito e nella Sala Fallara. L’Amministrazione Comunale di Gioia Tauro, infine, riconferma la volontà politica di attuare la delibera di consiglio comunale approvata all’unanimità dei consiglieri in data 18 Novembre 2020 e che prevede il rilancio del P.O. attraverso la realizzazione delle tre linee assistenziali dei reparti di medicina generale, di cardiologia e di oncologia, assieme alla realizzazione di un polo unico sanitario che prevede i seguenti servizi: Poliambulatorio, Guardia Medica, Centro vaccinale, Servizio igiene, Consultorio familiare, Servizi sociali e Ufficio Multidisciplinare Tirrenica. Giunta e Consiglio Comunale seguiranno passo dopo passo il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal Consiglio Comunale”, conclude la nota.