fbpx

Emergenza rifiuti Reggio Calabria, l’esasperazione di una lettrice in via Botteghelle: quando il Tifo rischia di non essere solo quello del Granillo [FOTO]

/

Emergenza rifiuti Reggio Calabria, la segnalazione di una lettrice esasperata: in zona Granillo, il Tifo rischia di non essere solo quello della Reggina

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria, la situazione peggiora di giorno in giorno. I più fortunati riescono a mettere piede fuori di casa senza inciampare in una serie di sacchetti dell’immondizia, quelli meno fortunati devono convivere con cumuli di rifiuti, cattivo odore e sporcizia proprio sotto casa. Una lettrice, che si definisce ‘esasperata’, ha segnalato alla redazione di StrettoWeb la situazione di degrado presente in via Botteghelle, a pochi passi dal mitico stadio Oreste Granillo, sottolineando come la raccolta della spazzatura non venga eseguita nonostante il versamento della Tari a fine gennaio.

Nel messaggio si legge: “so che tutta la città è sommersa dai rifiuti, ma noi non ce la facciamo più a sopportare il fetore che arriva ai piani alti di questo edificio, e non è nemmeno estate! Tra due/tre giorni saremo sommersi dai rifiuti tanto da non poter più uscire dal portone… E vi premetto che il 30 gennaio abbiamo versato la quota per il saldo tari regolarmente e pagato sempre tutto senza alcuna morosità. Siamo esaperati!“.

Le foto presenti nella nostra gallery sono alquanto eloquenti: spazzatura ammassata, sacchi che finiscono inevitabilmente per rompersi riversando il proprio contenuto in strada. Il tutto davanti al portone di un condominio e di fianco all’entrata di un bar. Una condizione umiliante, particolarmente se si considera la vicinanza allo stadio Granillo che ospita le partite casalinghe della Reggina e dona visibilità alla città. È questa l’immagine che diamo di Reggio Calabria in Italia, quella di una città che non rispetta i basilari, sufficienti, standard igienici? È il caso di dirlo: il Tifo, questa volta, rischia di non essere solo quello dei calorosi ultras amaranto…