fbpx

Crotone, pazza idea per la panchina: se salta Stroppa spunta l’ipotesi De Rossi!

Foto di Alessandro Di Meo / Ansa

Crotone, pazza idea per la panchina: se dovesse arrivare l’esonero di Giovanni Stroppa, il primo nome sulla lista dei sostituti sarebbe quello di De Rossi

La proprietà del Crotone riflette attentamente sulla guida tecnica della squadra da qui a fine stagione. La prima parte dell’annata dei calabresi è andata al di sotto delle aspettative: terminato il girone d’andata, con 21 giornate già messe in archivio, il Crotone ha collezionato solo 12 punti, frutto di 3 vittorie e altrettanti pareggi. Un bottino piuttosto magro che coincide con l’ultimo posto nella classifica di Serie A. Serve una necessaria inversione di trend, particolarmente perchè la zona salvezza dista appena 5 punti, non proprio una distanza incolmabile, almeno per ora. Perdere ulteriormente tempo, potrebbe voler dire vedere il distacco aumentare fino al punto in cui sarà troppo tardi per colmare il gap creatosi.

Per questo motivo, la posizione dell’allenatore Giovanni Stroppa è più in bilico che mai. Fin qui l’ex calciatore del Milan aveva goduto di un ‘bonus’ legato alla buona stagione passata, terminata con una promozione ottenuta in maniera entusiasmante. Risultati e prestazioni ben lontane da quelle viste in Serie A nelle quali, ovviamente, non ci si aspettava un Crotone che la facesse da padrone, ma che quantomeno non occupasse stabilmente l’ultimo slot fra le 20 squadre di Serie A. Neopromosse Spezia e Benevento del resto, sono fuori dalla lotta retrocessione ed hanno ben 9 punti in più del Cagliari 17°.

Secondo quanto riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, se il Crotone dovesse perdere anche contro il Sassuolo potrebbe esserci un cambio in panchina. Il sostituto di Stroppa potrebbe essere Daniele De Rossi, con il quale la famiglia Vrenna ha intensificato i contatti negli ultimi giorni. Un nome che stuzzica la piazza calabrese: al netto della scarsa esperienza come allenatore (sarebbe la prima volta), i tifosi ricordano bene le qualità umane e sportive dell’ex calciatore della Roma che ha alzato al cielo anche la Coppa del Mondo nel 2006.