fbpx

Coronavirus: accertati in Calabria 3 casi di variante inglese

anticorpi monoclonali coronavirus

Coronavirus in Calabria, l’ASP di Cosenza ha accertato la presenza di 3 persone contagiate dalla variante inglese

La task force anticovid dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza ha accertato che tre persone sono state contagiate dalla cosiddetta “variante inglese”. Si tratta di due ospiti del Centro di accoglienza straordinaria di Longobardi, sul Tirreno cosentino. Il contagio e’ stato scoperto grazie ad un giovane migrante che era partito per la Germania. Al suo arrivo, fatto il tampone, e’ stato scoperto il contagio, che, come poi verificato, interessava anche i due compagni di stanza del giovane in Calabria. Tutta la struttura e’ stata adesso messa in isolamento. Il terzo caso riguarda invece una giovane di Cosenza che avrebbe viaggiato in aereo vicino ad una donna che ritornava dal Regno Unito. La variante inglese, come si ritiene, si trasmette con una velocita’ superiore del 70% rispetto al virus finora presente. Ed e’ per questo che si teme che anche in una scuola dell’infanzia privata di Cosenza sia presente questa variante. Nella scuola, in pochi giorni, si sono registrati 14 bimbi contagiati, tutti senza alcun sintomo, e anche alcuni insegnanti, che presentano invece lievi sintomi. La scuola e’ adesso chiusa e l’Asp sta accertando se davvero si tratti di casi riconducibili alla variante inglese. Non e’ chiaro da dove possa essersi originato il contagio.