fbpx

Coronavirus, basta terrorismo! Bassetti attacca Galli: “la variante inglese non è più letale ed è coperta dal vaccino”

coronavirus matteo bassetti

Matteo Bassetti critica le dichiarazioni allarmistiche di Massimo Galli: il virologo del San Martino di Genova fa chiarezza sulla variante inglese del Coronavirus

Come se non bastassero i reali problemi socio-sanitario-economici che il Coronavirus ha creato in Italia, a complicare la situazione ci si mettono anche gli stessi virologi. Il Covid è ormai argomento di punta di qualsiasi trasmissione in prima serata, dunque avere il parere di un esperto presente in collegamento o in studio, o anche un suo semplice intervento attraverso un’intervista sul tema, risulta essere un contenuto di grande spessore per ogni emittente. Il rischio di bombardare gli spettatori con troppe informazioni, alcune delle quali poco decifrabili e spesso interpretate (e presentate) in maniera catastrofista, rischia di fare più danni di quelli che il Covid fa normalmente.

Recentemente il virologo Massimo Galli ha sottolineato la letalità della nuova variante inglese del Coronavirus, nuova minaccia arrivata da poco sul territorio italiano. A ‘Non è L’arena’, programma di La7 condotto da Massimo Giletti, il virologo Matteo Bassetti ha criticato aspramente le dichiarazioni del collega, provando a fare chiarezza sull’argomento ed evitando di generare ulteriore paura nei telespettatori. L’infettivologo dell’Ospedale San Martino di Genova ha spiegato che nel suo ospedale: “non ci sono reparti pieni di varianti Covid”, sottolineando poi come “nella comunicazione bisogna fare molta attenzione, il rischio è quello di terrorizzare le persone. La variante inglese non è più letale”. Secondo Bassetti inoltre, ci saranno altre 4 o 5 settimane nelle quali: “dovremo stare attenti, ma bisogna raccontare anche come stanno le cose. Il vaccino infatti copre anche la variante inglese, questo va detto. Basta terrorizzare le persone che ora hanno bisogno di tutto tranne che di avere paura“.