fbpx

Vaccino AstraZeneca, il limite d’età aumenta da 55 a 65 anni: c’è l’ok del Ministero

Foto di Vassil Donev / Ansa

Il Ministero della Salute ha dato l’ok per innalzare l’età di chi potrà ottenere il vaccino AstraZeneca: il limite di 55 anni alzato a 65

Il Ministerto della Salute ha dato l’ok per un’importante modifica che riguarda l’età dei pazienti che potranno usufruire del vaccino anti-Covid AstraZeneca. La decisione è stata presa dopo il parere dell’Aifa (Agenzia del Farmaco Italiana) che, come si legge nella circolare emanata dal Ministero, arriva “da nuove evidenze scientifiche che riportano stime di efficacia del vaccino superiori a quelle precedentemente riportate“. Il Ministero della Salute ha dunque deciso di innalzare da 55 a 65 anni il limite d’età di chi potrà sottoporsi a somministrazione del vaccino AstraZeneca.

Le indicazioni della circolare ministeriale fanno seguito alle nuove raccomandazioni internazionali, tra cui il parere del gruppo SAGE dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e del Consiglio Superiore di Sanità (Iss). Aggiornando le “Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2” dell’8 febbraio 2021, rendono quindi possibile l’utilizzo del vaccino Astrazeneca per persone “nella fascia di età compresa tra i 18 e i 65 anni (coorte 1956)”, compresi “i soggetti con condizioni che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19” ma “ad eccezione dei soggetti estremamente vulnerabili“.