fbpx

La confessione di Ravel Morrison: “derubai Ferdinand e Rooney per sfamare la mia famiglia”

Foto di Toni Albir / EPA / Ansa

Ravel Morrison confessa un retroscena sul suo passato: ai tempi del Manchester United, derubò Ferdinand e Rooney per sfamare la propria famiglia

Ravel Morrison è considerato uno fra i principali talenti inespressi del calcio inglese. Il centrocampista, con un passato poco glorioso alla Lazio, non è mai riuscito a rispettare le grandi aspettative che c’erano sul suo conto, divenendo un giramondo del pallone fra rimpianti e delusioni. Diverse le grane caratteriali che ne hanno caratterizzato la carriera, una delle quali riguardanti un particolare furto avvenuto nello spogliatoio del Manchester United.

Ravel Morrison ha confessato i dettagli di quell’episodio nel corso di una live social insiema Rio Ferdinand, una delle ‘vittime’ del suddetto episodio: “ti ricordi quando mi hanno cacciato dallo spogliatoio per aver rubato i tuoi scarpini? Ovviamente il mio stipendio era quello di un calciatore delle giovanili, ero ancora un ragazzino. Rivendendo un paio di scarpini riuscivo a fare 250 sterline, se ne prendevo due ne avrei fatti 500. Così potevo portare la mia famiglia al ristorante cinese o a qualcosa di simile. Voi avevate 30 paia di scarpini. Io non volevo fare del male a nessuno, ma quando ho visto che a te o a Rooney ne consegnavano venti o trenta paia alla volta, ho pensato che prenderne uno per mettere un po’ di cibo sul tavolo a casa mia non sarebbe stato un problema”.