fbpx

Australian Open, brilla l’Italia nel femminile: successi per Camila Giorgi e Sara Errani. Non steccano le big

Foto di Dean Lewins / EPA / Ansa

Brilla l’Italia nel tabellone femminile degli Australian Open: successi per Camila Giorgi e Sara Errani. Non steccano le big WTA

Dopo settimane di grandi polemiche, legate alle rigide regole delle bolle di Melbourne e Adelaide, ma anche e soprattutto alle disparità di trattamenti fra ‘big’ e ‘non big’, finalmente è il tennis a tornare protagonista in Australia. Al via il primo Slam dell’anno, gli Australian Open, in ritardo rispetto alla calendarizzazione usuale a causa dell’emergenza Coronavirus. Torneo femminile più incerto e appassionante che mai, complice l’assenza di una vera e propria dominatrice del circuito e la poca abitudine alle gare dovuta all’emergenza sanitaria che rischia di livellare lo standard anche dal punto di vista atletico.

L’esordio è stato comunque molto promettente, anche per le italiane. Due le azzurre impegnate nella tarda notte italiana, entrambe vincenti. Camila Giorgi è stata la prima a superare il turno battendo la kazaka Yaroslava Shvedova in due set (3-6 / 3-6). La seconda a staccare il pass per il 32esimi di finale è stata Sara Errani, scivolata al 131° posto del ranking WTA dopo la torbida vicenda di doping (contaminazione da cibo) e che sta provando a risalire la china fra problemi fisici e voglia di tornare la grande campionessa di qualche anno fa. La tennista emiliana ha sconfitto in rimonta la numero 34 al mondo, Qiang Wang, imponendosi con il punteggio di 2-6 / 6-4 / 6-4.

Nessun problema anche per le big impegnate nelle altre gare. Naomi Osaka (numero 3 WTA) ha liquidato in due set (1-6 / 2-6) la russa Anastasia Pavlyuchenkova; Simona Halep (numero 2 WTA) si è sbarazzata della giocatrice di casa Lizette Cabrera (2-6 / 1-6); mentre Serena Williams ha lasciato appena due game a Laura Siegemund (1-6 / 1-6).