fbpx

TikTok, il consiglio della maestra: “non è pericoloso per i bambini. Ma papà e mamma ne evitino l’abuso”

ANSA/ANDREA FASANI

La maestra informa i genitori sui pro e i contro di TikTok: il social non è una minaccia per i bambini, a patto che i genitori li controllino

Negli ultimi giorni TikTok è finito al centro di numerose polemiche legate alla morte di due bambini di 9 e 10 anni, probabilmente legata ad alcune challenge estreme diventate, tristemente, popolari fra i più giovani. In poco tempo è scattata l’opera di demonizzazione della piattaforma, specialmente da parte di chi ne disconosce le dinamiche e sceglie sempre la soluzione estrema per rapportarsi ad un problema che, seppur serio, può essere risolto i modi tutt’altro che drastici.

‘Redazione Sociale’ riporta un esempio particolare, attraverso le parole di una maestra, che usa TikTok insieme ai suoi alunni con funzione educativa e ricreativa. Maria Vittoria Marchese, docente presso la scuola ‘Collodi’ di Firenze, ha lanciato un appello ai genitori dichiarando: “TikTok non è pericoloso per i bambini, semmai è l’abuso di TikTok a diventare pericoloso. Consiglio ai genitori e ai maestri di crearsi un profilo su TikTok, così potranno entrare nel regno dei loro figli e dei loro alunni per capire quello che li diverte, e naturalmente anche per prevenire qualsiasi abuso o insidia che il web, come tutte le altre cose, nasconde“.

Lei stessa ha chiesto ai suoi alunni come iscriversi sulla piattaforma: era ricreazione, eravamo in giardino, ho dato il cellulare in mano ai miei alunni e gli ho detto di infilarmi in questo social network. E’ uno spazio virtuale che fa sorridere, ci sono balletti buffi che ho imparato pure io e che replico in classe ai bambini per divertimento, non ci trovo niente di male, ai nostri tempi si andava in discoteca, oggi si balla sul web. I miei alunni, soprattutto le femmine, si divertono a fare dei balletti a ritmo di musica e condividerli con i loro amici, se ben utilizzato può essere uno strumento creativo“.

Ovviamente anche TikTok può nascondere dei pericoli, ma devono essere bravi i genitori ad evitarli. Come tutte le cose, anche questo social network presenta delle insidie, e questo avviene soprattutto quando non si hanno gli strumenti per capire alcune cose o quando si hanno delle fragilità pregresse. – spiegala docente È importante che siano i genitori ad avvicinarsi al mondo dei bambini ed entrare nella loro sfera, installando Tik Tok sul proprio cellulare. Il proibizionismo non va bene, e neppure il controllo esasperato di quello che fanno i propri figli. Per un padre e per una madre, è impossibile sorvegliare il proprio figlio 24 ore su 24, i genitori lavorano e non possono essere sempre con i figli. Se i bambini ne abusano, vuol dire che si annoiano nella vita fuori, vuol dire che non fanno sport, che non stanno abbastanza tempo a scuola, che non hanno altri divertimenti, forse i loro genitori dovrebbero variare di più le loro esperienze“.