fbpx

Reggio Calabria, nasce “Farmacia per il sociale” in sostegno delle famiglie in difficoltà: “simbolo per dare speranza e costruire un futuro” [FOTO e INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

La Presidente della Consulta città Metropolitana Condarelli, il dott. Arcudi e l’assessore Delfino hanno spiegato la funzione e i dettagli del progetto

Un progetto solidale è stato presentato questa mattina a Reggio Calabria. In riva allo Stretto nasce ufficialmente la “Farmacia per il sociale”, un’iniziativa a sostegno delle famiglie messe in ginocchio dall’emergenza Coronavirus. “La realizzazione nasce dalla collaborazione tra la Consulta città Metropolitana e l’Assessorato alle Politiche Sociali per l’individuazione di soggetti e associazioni in grado di poter aiutare chi è in difficoltà sul territorio”, ha affermato la Presidente della Consulta Emilia Condarelli nel corso dell’incontro con la stampa tenutosi presso la Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio. Presenti anche il vicesindaco Tonino Perna e alcuni membri del gruppo gruppo FarmaC’è, rappresentato oggi dai farmacisti Fabio Arcudi Valerio, Domenico e Michele Berti e Paolo Infortuna.

“All’albo delle associazioni ci sono al momento 400 iscrizioni, ma qualora ci fossero altre realtà che, pur non facendo parte di questo albo, volessero sostenere questa iniziativa, la Consulta è ovviamente disponibile ad ascoltare – ha sottolineato la Presidente Condarelli – . Il progetto nasca da sei farmacie che hanno ci hanno stimolato a realizzarlo. Si tratta di un’idea che porta vantaggio al territorio in un momento in cui molte famiglie sono in difficoltà, soprattutto sul piano psicologico. “Farmacia per il sociale” unisce componenti del territorio che solitamente non dialogano, così per creare percorsi assistenziali in un momento in cui la società è disgregata, è un simbolo per dare speranza e costruire un futuro”.

“I disagi si erano già avvertiti durante il primo lockdown, da qui deriva la nostra attenzione per il territorio”, ha spiegato ai nostri microfoni il dott. Fabio Arcudi Valerio, titolare della Farmacia di San Brunello. “E’ l’inizio di un percorso – continua il farmacista – , vedremo col tempo dove ci porterà, ma è intanto importante iniziare a dare un contributo a chi ne ha bisogno. Ad esempio abbiamo già stretto una collaborazione con l’Avis per la donazione di plasma iperimmune”. Molto soddisfatto anche l’assessore Demetrio Delfino che afferma: “questa è la dimostrazione che facendo rete si possono organizzare iniziative solidali concrete. Con l’erogazione dei buoni spesa comunali, è possibile comprare medicine anche nelle farmacie associate e oggi presenti”. Di seguito i link con i VIDEO delle INTERVISTE, mentre in alto le FOTO dell’incontro di questa mattina.

Reggio Calabria, nasce la “Farmacia per il sociale”. Il dott. Arcudi spiega il progetto e la collaborazione con l’Avis [VIDEO]

“Farmacia per il sociale” a Reggio Calabria, Delfino: “un atto concreto per aiutare i più deboli” [VIDEO]