fbpx

Reggio Calabria, mancata manutenzione del verde pubblico: “Falcomatà minimizza il problema spostando l’attenzione” [FOTO]

/

Il Sindaco Falcomatà ha denunciato gli autori dei cartelli, ma è arrivata la risposta del Presidente di “Centro Studi Tradizione e Partecipazione”

Dei cartelli appesi in diversi punti a Reggio Calabria per porre l’attenzione su un problema che troppe volte è stato trascurato, cioè quello della manutenzione del verde pubblico. Il Sindaco Giuseppe Falcomatà però non ha gradito l’iniziativa perché, come si legge su un post pubblicato sui social, si tratta di una “falsità enorme” ed è quindi stata “prontamente denunciata” per procurato allarme. Ad esprimersi sulla vicenda anche Giancarlo La Monica, Presidente di “Centro Studi Tradizione e Partecipazione”, che spiega il motivo di questa particolare azione. Di seguito il comunicato integrale:

“Buona Domenica, Reggio Calabria
Per amore di verità e trasparenza davanti a tanto clamore, è giusto sottolineare le incongruenze del post del sindaco di qualche ora fa a proposito del nostro procurato allarme e del nostro tentativo “goffamente” goliardico.
Cercherò di andare per ordine, dando visibilità alle incongruenze del post.
Non è stato per noi un divertimento apporre i cartelli ma un dovere politico, in quanto il problema degli alberi che cadono a terra, e in qualche caso su automobili e persone, è reale a Reggio Calabria, e se il sindaco minimizza o non si accorge in che stato di degrado è il verde pubblico, è perché fa finta di non vedere (non è una novità).
Se c’è qualcuno che ha cercato qualche like in più o la visibilità, è stato di certo chi ha aspettato la domenica della settimana successiva (l’azione è stata svolta l’11 gennaio), giorno in cui si è più liberi da impegni e lavoro, per gettare discredito sul nostro operato.
Se volessimo dare libero sfogo anche noi alla retorica, avremmo mille argomenti: la spazzatura per le strade, le buche, l’acqua che manca, le bugie sulla discarica di Melicuccà, i brogli elettorali o il caso Miramare, e tante altre inadempienze.
Ma suvvia, non è il caso di spostare l’attenzione sulle ideologie, quando si contesta soltanto la mancata manutenzione del verde pubblico.
Un problema concreto, rimasto anche in questa occasione senza risposta”.

Giancarlo La Monica – Presidente Centro Studi Tradizione e Partecipazione