fbpx

Reggina, i ricordi di Reginaldo: “Sapevamo di chiudere i primi tempi sempre sul 3 o 4-0. Io figlio di Reggio Calabria, sarò sempre uno di loro”

reginaldo Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

L’ex attaccante della Reggina, il brasiliano Reginaldo, ricorda l’impresa amaranto della scorsa stagione, di cui è stato protagonista

Un anno solo, ma intenso. Reginaldo ha lasciato quest’estate la Reggina, ma Reggio Calabria gli è rimasta nel cuore, così come l’attaccante brasiliano è rimasto nel cuore di tutti i tifosi amaranto. Il calciatore, attualmente al Catania, ha svelato qualche aneddoto oltre a dispensare parole d’amore e d’affetto verso una piazza che gli ha dato tanto e a cui ha dato tanto. Queste le sue parole a RTC TeleCalabria.

“Il gruppo aveva una grande forza, talmente tanta che lasciava fuori i problemi che avvenivano extra campo. Non era presunzione, anche se è brutto da dire, però noi eravamo veramente convinti di chiudere il primo tempo 3 o 4-0 ogni partita. Eravamo una grande squadra, ci aiutavamo l’un l’altro. Taibi e Toscano? I maggiori artefici di quel successo. La gente sa che ho amore per Reggio, quando posso vengo. Oltre alla vittoria, ho lasciato un bel rapporto con tanti. Mi resteranno i ricordi amaranto, sarò sempre un figlio loro perché sono stato trattato benissimo”.