fbpx

Reggina, Nicolas e Lakicevic si presentano: caratteristiche, trattativa ed elogi. “Questa squadra è conosciuta anche in Serbia”

Lakicevic e Nicolas

La Reggina presenta alla stampa i due nuovi acquisti, il portiere Nicolas Andrade e il terzino Ivan Lakicevic: le loro parole in conferenza

Uno è arrivato la scorsa settimana e ha già giocato contro il Lecce, subendo gol pur non sporcandosi i guanti, l’altro ha firmato ed è stato ufficializzato ieri. Nicolas Andrade e Ivan Lakicevic sono rispettivamente il secondo e il terzo movimento di mercato in entrata della Reggina. I due si sono presentati alla stampa. Queste le loro parole.

NICOLAS“La squadra mi ha colpito molto, mi ha convinto. Abbiamo fatto una gran partita sabato, la difesa ha lavorato compatta e non abbiamo subito nulla. Purtroppo ci sono stati due episodi che ci hanno penalizzato. A Reggio poi mi son trovato bene, con la piazza, la città, c’è il calore della gente. Io un leader di questo gruppo? Ce ne sono già ma per quello che è possibile mi metto a disposizione. Le mie caratteristiche? Parlo tanto con la difesa, so giocare da dietro, sono bravo nelle uscite alte, credo di avere abbastanza esperienza, e in B ce ne vuole tanta”.

“I miei trascorsi in Italia? All’inizio giocavo tanto, poi mi son trasferito all’Udinese e ho trovato poco spazio. Adesso son voluto venire qua per mettermi in gioco e dimostrare che ci sono. Come si esce da questo momento? L’importante è non farsi abbattere, questi risultati qui sono arrivati spesso, ma non bisogna abbassare mai la testa  e avere la mentalità più forte, continuare a lavorare. Com’è nata la trattativa? Si son cercati i direttori Tempestilli e Marino, poi Marino mi ha chiamato per dirmi che c’era questa soluzione, anche per la piazza che è Reggio. Ci siamo messi d’accordo subito. L’inserimento nel gruppo è stato poi reso facile dai ragazzi, con Cionek già ci conoscevamo, in questo modo diventa tutto più semplice”. 

“Il contratto di 6 mesi vuol dire breve parentesi? Se faccio bene e la squadra fa bene vorrei rimanere, è chiaro, chissà. Farroni, Plizzari, il preparatore Guido, tutti mi hanno accolto bene. Ho visto un paio di partite, gli errori che hanno fatto i colleghi son capitati anche a me in passato, può succedere”. 

Reggina: chi è Nicolas Andrade, il primo portiere sudamericano della storia amaranto. Pradé diceva di lui…

LAKICEVIC“Conosco questo campionato, l’ho fatto col Venezia. Mi piace tanto giocare in Italia, in questa squadra c’è qualità, mi piace il lavoro del mister. Per me e per la mia carriera è molto importante. La Reggina è un grande club. Voglio dare il massimo e allenarmi al 100%. Mi sono integrato bene, voglio ringraziare il presidente, i direttori, mister e staff. Il supporto della famiglia è importante, da tutta la vita. Questo mio successo è anche per loro”.

“Credo che si possano fare i playoff, ci credo perché sono ottimista. Le mie caratteristiche? Io gioco con il cuore, ho tanta corsa, mi piace mettere palloni in mezzo, mi piace quando si attacca. Sono convinto che sabato possiamo ottenere i tre punti, con grande voglia e fiducia. Sicuramente è difficile però giochiamo per vincere. Per sabato sono disponibile, ho fatto due allenamenti con la squadra e alcuni da solo in questi mesi, mi manca ancora l’allenamento pieno in gruppo, so che non c’è molto tempo ma piano piano si può fare”.

“Meglio difesa a 4 o a 5? In Serbia giocavo da quarto e mi piace più così, in Italia invece ho fatto il quinto. Sono venuto in Italia dopo 200 partite in patria, ma a Genova ho avuto poche possibilità, a Venezia invece ho giocato 20 partite. Ora penso solo alla Reggina, c’è grande tradizione e anche in Serbia è molto conosciuta”.

Reggina, chi è Lakicevic: da Belgrado a Reggio Calabria in… gondola. E quel passato comune con Boskov e Mihajlovic… [VIDEO]