fbpx

Reggina-Lecce, il doppio ex Cirillo: “dagli amaranto mi aspettavo qualcosa in più…”

cirillo reggina

Una stagione in maglia giallorossa, mentre per gli amaranto è persino una bandiera: l’analisi di Bruno Cirillo sul match Reggina-Lecce

Una gara che riporta con la mente indietro nel tempo, Reggina-Lecce ricorda le sfide di Serie A, quando scendevano in campo protagonisti importanti. Tra questi Bruno Cirillo, che da doppio ex vivrà in modo particolare questa partita. Certo, con la maglia amaranto ha un rapporto speciale, avendo vestito a lungo tempo quei colori e raggiunto obiettivi storici, non solo nel massimo campionato. Il legame con la tifoseria è ancora vivo, ma anche in Puglia ha lasciato un bel ricordo: “mi aspetto una bella sfida – ha affermato ai microfoni della Gazzetta del Mezzogiorno . , tra due formazioni di rango, che proveranno a vincere per salire in graduatoria. Il complesso salentino è ricco di veri e propri top player per la B. Né mi preoccuperei per il fatto che in questo momento è leggermente attardato dalle prime due posizioni. Il torneo è molto lungo ed i giallorossi hanno tutto il tempo necessario per risalire la china. Gli amaranto sono neopromossi.  Probabilmente da loro ci si aspettava qualcosa in più, ma fare bene tra i cadetti non è mai semplice. Inoltre, dopo il cambio della guida tecnica sono in ascesa”.

E su chi possa essere il protagonista dell’incontro, Cirillo afferma: “nel Lecce c’è l’imbarazzo della scelta, ma è scontato indicare Mancosu e Coda che, sino ad oggi, sono stati i trascinatori della squadra, con i loro gol ed i loro assist. Nella Reggina, l’uomo più in vista è Menez, ma non dovrebbe scendere in campo e questa sarebbe una assenza pesante”.

Reggina, Cirillo risponde a un tifoso amaranto: “Libero fino a giugno per giocare? Se c’è da lottare sono pronto” [FOTO]

Compleanno Reggina, il messaggio da brividi di Bruno Cirillo: “Di te resterò un innamorato” [FOTO]