fbpx

Reggina, chi è Christian Dalle Mura: gli inizi col Basket, l’idolo Pirlo e il 18° compleanno con… Cristiano Ronaldo

Christian Dalle Mura Paolo Bruno/Getty Images

Reggina, chi è Christian Dalle Mura: alla scoperta del giovane difensore scuola Fiorentina, ultimo movimento in entrata del club amaranto

E’ un difensore, ma il suo idolo è Pirlo, la sua prima esperienza è allo Juventus Club e la prima convocazione coi grandi è contro la… Juve, un giorno prima del suo 18° compleanno. Poche parole, tanta “vita”, un po’ di Juve (anche se è alla Fiorentina, grande rivale), eppure Christian Dalle Mura è ancora giovanissimo. Il nuovo difensore della Reggina, ufficializzato oggi e già unitosi ai compagni a Frosinone, ha appena disputato la Supercoppa Italia Primavera con la selezione viola guidata da Aquilani (che sarebbe potuto essere il primo acquisto del presidente Gallo, ricordate?), di cui è il veterano. E’ alla prima esperienza assoluta tra i Prof, seppur nella scorsa stagione il tecnico Iachini gli avesse dato la possibilità di “stare” tra i grandi.

La (giovane) carriera: il Basket, il passaggio al calcio e l’arretramento da centrocampista a difensore

Christian comincia, come detto, allo Juventus Club, la scuola calcio di Marcello Lippi. La sua (già) notevole altezza lo fa però propendere verso il Basket ma poi, quasi per caso, comincia a calcio. E’ sua madre a consigliarglielo. E’ brasiliana, chi meglio di lei, quindi, lì dove il calcio è di casa. Dalle Mura brucia le tappe e passa dal bianconero al viola grazie ad Alberto Bernardeschi, padre di Federico, che lo porta in Toscana e lì comincia a centrocampo. Poco tempo, poi arretra. Diventa difensore e non molla più quella posizione.

L’idolo Pirlo, le sue caratteristiche e la prima convocazione speciale (in un momento speciale)

E’ un difensore ma il suo idolo è Pirlo, dicevamo. Motivo? Lo spiega lui stesso: “mi è sempre piaciuta la tranquillità e la personalità che aveva palla al piede, la capacità di passare la palla al compagno nel modo migliore per agevolarlo nella giocata successiva”, dice in un’intervista di qualche mese fa a violanews. Effettivamente, pur essendo un difensore, tra le doti migliori di Christian c’è la tecnica e la capacità di impostare l’azione. E’ un mancino a cui piace far partire il gioco dal basso, da dietro, rischiando anche la giocata. Nonostante l’altezza, è dotato di un buon piede, come Pirlo. E cosa lega i due? La Juventus, ancora. La prima convocazione coi Prof, per Dalle Mura, arriva la scorsa stagione. Un po’ a sorpresa il giovane calciatore scopre che Iachini lo porterà con sé all’Allianz Stadium, ma dovrà rinunciare alla festa per i suoi 18 anni. Il 2 febbraio infatti, giorno della gara, Christian diventata maggiorenne. “Come hai festeggiato la maggiore età?”Incontrando Cristiano Ronaldo“, potrà rispondere un giorno.