fbpx

Reggina, Baroni: “abbiamo gestito bene la gara fino al pareggio, sconfitta che ci servirà da lezione”

ascoli-reggina baroni

Le considerazioni del tecnico Marco Baroni al termine del match Ascoli-Reggina, terminato 2-1 per i padroni di casa

L’urlo finale strozzato in gola, la Reggina esce dal Del Duca di Ascoli senza aver guadagnato nemmeno un punto. Una sconfitta immeritata perché la formazione amaranto ha disputato un’ottima gara, senza mai rischiare sino alla rete del pareggio. Anche un punto sarebbe stato fondamentale, per andare alla sosta con maggiore autostima, ma allo scoccare del novantesimo è arrivato il sorpasso, l’ennesimo, subito dopo essere passati per primi in vantaggio. Al termine della gara, le considerazioni del tecnico Marco Baroni ai microfoni della Tv ufficiale del club: “Forse è stata la miglior partita, abbiamo gestito benissimo. Poi il calo della Reggina e altre situazioni ci hanno messo nelle condizioni di parlare di una sconfitta amara, ci deve servire da insegnamento. Crisetig? Problema muscolare, ha resistito fino al primo tempo. Non abbiamo mai sofferto fino al gol, poi purtroppo ci sono stati questi due episodi e la squadra ha abbassato il suo baricentro. C’è da lavorare ma non sono preoccupato perché i ragazzi hanno speso molto. E’ la quinta partita in pochissimi giorni, non voglio puntare il dito contro nessuno. Quando in questo campionato concedi agli avversari terreno, poi si è visto cosa può accadere. Non ci resta che leccarci le ferite e pensare alla prossima partita. Situm? Senza alcun senno di poi, la squadra ha tenuto il campo e rischiato poco fino a quando gli esterni hanno fatto un lavoro importante. Purtroppo non si può fare per novanta minuti, si fanno dei cambi per dare la staffetta a chi ha speso tutto. Le cinque sostituzioni danno qualcosa in più sulle energie. Ho tenuto i calciatori offensivi perché c’era la possibilità di colpire”.

Ascoli-Reggina, Di Chiara rammaricato: “nella ripresa ci siamo abbassati troppo”

E’ stata una gara di grande sacrificio, ma Di Chiara non ha deluso sul piano difensivo. Di seguito le parole dell’esterno al termine di Ascoli-Reggina ai canali ufficiali amaranto: “Tanto rammarico, abbiamo fatto un primo tempo in cui si poteva essere in vantaggio anche di due reti. Nella ripresa ci siamo abbassati. Motivo? Non voglio cercare alibi, se è paura o condizione fisica, sicuramente dobbiamo lavorare col mister e vediamo se la sosta ci aiuterà, non abbiamo fatto insieme una settimana intera. L’azione del pareggio? Non la ricordo neanche bene. Io ero su Pierini, poi ho visto Cionek in lotta con Cangiano e poi il tiro. La mia posizione di terzino? Fare il quarto è il mio ruolo naturale, partire da dietro è una mia caratteristica. Dietro abbiamo dimostrato di essere tosti nelle ultime gare, ma fa male prenderne due in sette minuti”.