fbpx

Protesta dei ristoratori, la Polizia si mobilita contro #IoApro: ecco il documento a prefetti e questori [FOTO]

/

Il Ministero dell’Interno ha diffuso un comunicato per contrastare eventuali “azioni improntate all’illegalità”

Si mobilitano i ristoratori per la giornata di venerdì 15 gennaio. In vista del nuovo Dpcm, che impone altre restrizioni ad un settore già colpito dalla crisi, commercianti e imprenditori hanno organizzato tramite i canali social una protesta, denominata #IoApro, per manifestare il proprio dissenso. Si tratta di un’iniziativa di “disobbedienza civile” con la quale i gestori di bar, pizzerie – ma anche di palestre e piscine – terranno aperte le proprie attività oltre i limiti imposti dai Dl del Governo. Come si può vedere dai documenti in fotogallery a corredo dell’articolo, il Ministero dell’Interno si è già mobilitato affinché la protesta possa essere limitata. “In tale ottica i servizi di ordine e sicurezza pubblica dovranno mirare, in primo luogo a prevenire azioni improntate all’illegalità, attraverso un approccio che solleciti una responsabile collaborazione degli organizzatore delle iniziative, tenuto conto del proprietario, comune interesse alla tutela della salute pubblica”, si legge nel documento diffuso a Prefetti e Questori di tutte le città italiane.