fbpx

Il Milan non snobba la Coppa Italia: Tatarusanu e Calhanoglu battono il Torino ai rigori

Photo by Marco Luzzani/Getty Images

Il Milan supera il Torino ai rigori: i rossoneri avanzano ai quarti di Coppa Italia grazie alla parata di Tatarusanu su Rincon e al penalty di Calhanoglu

Vista la situazione di classifica favorevole, i tanti impegni ravvicinati con una partita ogni 3 giorni per diverse settimane e all’orizzonte sfide importanti in alta classifica, ci si aspettava che il Milan potesse prendere alla leggera l’impegno di Coppa Italia contro il Torino. Risposta sbagliata. I rossoneri non lasciano nemmeno le briciole. Stefano Pioli applica un buon turnover, ma non troppo esagerato: c’è addirittura Ibrahimovic dal primo minuto, per riprendere confidenza con il campo; gioca Leao squalificato contro il Cagliari; Calabria riproposto mediano insieme a Tonali in mediana a schermare la difesa guidata da capitan Romagnoli. Una buon ossatura dell’11 titolare, con Theo Hernandez, Kessiè e Calhanoglu subentrati dalla panchina. Restano fuori Kjaer e Donnarumma, espulso dalla panchina e dunque assente nel turno successivo.

Servono i calci di rigore per battere un Torino timido, che senza Belotti davanti crea ancor meno pericoli di quanti ne avesse creati ai rossoneri sabato in campionato. Dopo 120 minuti in cui il Milan fa la partita, prende due pali, e il Torino si difende cercando di far male nelle ripartenze, la sfida si decide dagli 11 metri. Il portiere Milinkovic-Savic fa quel che può per i granata, segnando anche il 5° rigore (battuto da portiere!), ma i rigoristi del Milan sono infallibili. Rincon per il Torino invece sbaglia la 4ª trasformazione facendosi ipnotizzare da Tatarusanu. Calhanoglu è invece sicuro e non fallisce. Il Milan passa 5-4 e attende la vincente della sfida fra Inter e Fiorentina con la possibilità di un derby tutto da gustare all’orizzonte.