fbpx

Milan-Juventus, la Asl di Torino pronta a bloccare i bianconeri a causa del Covid: partita a rischio

Foto Getty / Paolo Rattini

Milan-Juventus a rischio rinvio a causa di alcuni casi di Coronavirus nello spogliatoio bianconero: la Asl di Torino pronta a bloccare la squadra

Milan-Juventus è a rischio rinvio. Il big match della 16ª giornata di Serie A, che si giocherà nella notte dell’Epifania, potrebbe slittare a causa dei casi di Coronavirus registrati all’interno dello spogliatoio bianconero. La Asl di Torino, contattata dalla squadra che ha comunicato le due positività di Alex Sandro e Cuadrado, ha messo subito le cose in chiaro: per ora la situazione è sotto controllo, ma se prima della partita dovessero essere riscontrati nuovi casi la Juventus non potrà partire alla volta di Milano, ne va della sicurezza di tutti i calciatori e i membri dello staff coinvolti, rossoneri compresi.

Il dottor Roberto Testi, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino, ha spiegato al Corriere della Sera: “la Juventus ci ha avvisati della positività al coronavirus di due giocatori. Per uno, la segnalazione è avvenuta lunedì 4 gennaio, e per il secondo martedì 5. In questo momento non abbiamo elementi per dire che c’è un focolaio all’interno della squadra, perché sappiamo come è avvenuto il contagio per i due calciatori e perché tutti gli altri compagni sono negativi. Se oggi dovessero esserci nuovi positivi e ci fosse l’evidenza di un focolaio non controllato all’interno della squadra, si creerebbe un problema di sicurezza anche per gli altri giocatori. È chiaro, quindi, che la Asl sarebbe costretta a intervenire, isolando tutti e bloccando la partenza della Juventus per Milano“.