fbpx

Messina, i consiglieri comunali del gruppo misto: “De Luca cavaliere solitario ma non un fuggitivo, è il momento della responsabilità”

de luca sindaco messina dimissioni

Una nota del gruppo misto del Comune di Messina sull’emergenza sanitaria in atto e il ruolo del sindaco De Luca e delle altre istituzioni

I consiglieri comunali di Messina del gruppo misto, Serena Giannetto, Cipolla Francesco e Salvatore Serra, ritengono “che nell’attuale fase di sempre crescente emergenza sanitaria, le forze, l’energie, i ruoli, le funzioni e le istituzioni debbono svolgere appieno il ruolo al quale sono chiamate. Le reazioni del Sindaco su inefficienze di altre istituzioni, anche dettate dalle enormi responsabilità, debbono lasciare spazio al senso dell’istituzioni e al senso di protezione e di governo della comunità che si rappresenta. Le dimissioni, da qualunque parte provengano in momenti di emergenza, costituiscono alla fine dei conti soltanto una fuga”.

Il gruppo misto del Comune si è espresso sull’emergenza sanitaria in atto e il ruolo del sindaco De Luca e delle altre istituzioni: “Il sindaco è certamente un cavaliere solitario ma non un fuggitivo, lo dimostrano le tante battaglie intraprese nell’interesse della città tutta, senza coinvolgere nessuno se non la propria persona. Riteniamo inoltre che occorre avere rispetto per i ruoli di ciascuno, occorre consentire a ciascuno di svolgere appieno il proprio ruolo, e quindi lasciamo che ciascun consigliere possa liberamente esprimere tutta la propria funzione di rappresentanza così come lasciamo al sindaco di esprimere appieno la funzione di governo a cui la città lo ha chiamato”.

“Non è il momento delle schermaglie ma quello della responsabilità, cosi come non è il momento di azzardare inciuci tra gruppi politici interni al Consiglio Comunale che hanno come solo obbiettivo di screditare l’operato del Sindaco e della sua Giunta, impegnati ormai da mesi, a combattere, come tutti noi contro un killer invisibile. Il silenzio della Deputazione Regionale non deve essere da esempio per il Consiglio Comunale di cui noi siamo rappresentanti, le ormai inefficienza dell’ASP sono di dominio pubblico, e per questo ringraziamo il nostro Sindaco che ha avuto il coraggio di denunciare, pertanto restare in silenzio non serve, noi siamo espressione del popolo e dobbiamo agire, chiederemo nelle sedi opportune che il consiglio comunale si esprima pubblicamente dinanzi a quanto accaduto e continua ad accadere sulla gestione emergenza COVID-19. Non importa chi sia arrivato prima, non importa chi abbia avuto ragione ora l’importante è agire, il Governo Nazionale insegna appellandosi al buon senso, per non far cadere il Governo in momento tragico come questo. Ci sarà tempo per le polemiche, ora è il tempo dell’unità degli intenti perché in gioco c’è la vita di tutti noi”, conclude la nota.