fbpx

Messina, De Luca chiede le dimissioni di Musumeci: “dalla Regione bonus alimentari inesistenti, il Presidente ha mentito ai siciliani”

messina de luca diretta facebook

Tramite i propri account social il Sindaco De Luca ha attaccato il Presidente Musumeci, andando in diretta con un rotolo di carte igienica per una delle sue classiche metafore

Accuse pesanti in diretta su Facebook sono giunte da Cateno De Luca. Il Sindaco di Messina ha tenuto la registrazione con un rotolo di carta igienica, perché a suo dire, è il modo giusto per rappresentare il lavoro svolto dalla giunta Regionale in questi mesi di pandemia. Il primo cittadino ha messo in luce la mancanza del 70% dei fondi che sarebbero dovuti arrivare, appunto dalla Regione, per emettere alcuni bonus, tra cui quelli alimentari, da garantire ai cittadini in difficoltà economica. “La carte igienica viene usata non più per il suo tradizionale scopo, ma serve a simboleggiare quella che è la maggior parte dell’attività del Governo Musumeci. Io faccio questo paragone perché ho letto un articolo che mi ha fatto arrabbiare. Questo, che parla del bonus povertà e scarica la colpa ai Comuni, è un articolo spazzatura! – ha esordito De Luca – Il Presidente Musumeci nel lockdown del mese di marzo aveva annunciato di aver stanziato 100 milioni di euro in sostegno alimentare”.

“Lo invito pubblicamente per un confronto diretto su questa vicenda per la quale chiedo l’intervento dell’Anci Sicilia Luca Orlando, nonché sindaco di Palermo. Ma dei 100 milioni di Musumeci, ne sono stati mandati solamente 30, mentre Conte che ne prometteva 400 milioni, li ha inviati davvero”. Si parla della delibera di Giunta n°129 emanata dal Presidente Nello Musumeci lo scorso marzo 2020. “Questo è stato fatto nella consapevolezza di mentire al popolo siciliano! Ai comuni sono arrivati questi 30 milioni, ma non è stato spiegato come rendicontare questi soldi. Il Comune di Messina ha vinto la guerra, perché inizialmente ci toccavano solamente 4 milioni, mentre siamo riusciti ad ottenerne 1,5 circa e li ha messi a disposizione. Abbiamo speso di questi fondi il 70%, inviando alla Regione tutta la rendicontazione da due mesi. Abbiamo chiesto di ricevere anche la parte che abbiamo anticipato, ma non sono stati ricevuti perché questi soldi non esistono”.

Da parte di De Luca infine non è mancato anche un attacco al Sindaco di Palermo“I siciliani sono venuti da noi Sindaci a chiedere i soldi, giustamente. La procedura era talmente farraginosa, però, che molti non potevano precedere per l’erogazione. E tra questi anche il Comune di Palermo del Sindaco Orlando. Io pretendo che Musumeci si dimetta perché ha accusato i sindaci attraverso la stampa. Dopo che la Regione ha modificato in continuazione delle procedure, adesso sta scaricando la colpa sui Comuni, vergogna! Questa è una delle bugie per cui ritengo che la delibera di Giunta sia carta igienica”.