fbpx

Governo, Calderoli: “al Senato la maggioranza è già scesa a 152, così Conte può solo dimettersi”

conte parlamento

Il vicepresidente del Senato Calderoli fa notare: “nessuno si è accorto che ieri la maggioranza al posto che allargarsi si è già ridotta”

Il Premier Giuseppe Conte potrebbe trovarsi in mano un governo con una maggioranza molto risicata. “Ieri per senso di responsabilità nei confronti del Paese, e nei confronti di chi attende aiuti e ristori, e non certo nei confronti del Governo, anche l’opposizione ha votato lo scostamento di Bilancio. Ma c’è un dato passato inosservato, perché al di là della sbandierata intenzione del premier e della sua maggioranza di allargare i voti a loro sostegno, nessuno si è accorto che ieri la maggioranza al posto che allargarsi si è già ridotta”. Lo dichiara il parlamentare della Lega, Roberto Calderoli, vice presidente del Senato. “Dei 290 voti espressi ieri a favore dello scostamento di Bilancio, tra i voti di quelli che hanno votato la fiducia il giorno precedente se ne sono già persi quattro per strada e così si sono già ridotti a 152! Ma con 152 voti dove diavolo pensano di andare? Con 152 voti possono solo andare al Colle a rassegnare le dimissioni”, conclude Calderoli.