fbpx

Domani riaprono le scuole superiori, il Governo convoca il Cts per una “riunione urgente”

Foto StrettoWeb

Domani riaprono le scuole superiori, a breve gli esperti del Cts si riuniranno per una riunione urgente

Si terrà a breve una riunione degli esperti del Cts (Comitato tecnico scientifico) del governo per una riunione urgente sulla scuola. Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto si apprende, ha convocato i tecnici per avere un parere sul ritorno in classe degli studenti delle scuole superiori (al 50%) e su un eventuale rinvio della didattica in presenza. Gli esperti del Cts piu’ volte negli ultimi mesi hanno indicato la questione scuola come una “priorita'” e in diverse occasioni hanno ribadito la necessita’ del ritorno in classe degli studenti. La richiesta di esprimere un parere su un eventuale rinvio della didattica in presenza per gli studenti della scuola secondaria, secondo quanto si apprende, sarebbe arrivata in mattinata agli scienziati ai quali pero’ non era stato chiesto alcun parere sulla questione nei giorni scorsi, prima che entrasse in vigore il nuovo Dpcm con l’indicazione del ritorno in presenza degli studenti delle superiori al 50%.

Domani è previsto il ritorno in aula nelle superiori, con presenze del 50% nel Lazio, in Piemonte, Liguria, Puglia e Molise. In altre 4 Regioni (Toscana, Abruzzo, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta) le superiori sono già tornate regolarmente in classe da una settimana. Scuole superiori in Dad nelle zone rosse di Lombardia e Sicilia, mentre nelle Regioni Campania, Emilia Romagna, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Veneto, Calabria, Basilicata e Sardegna dilaga la confusione tra ordinanza Regionali (ma riferite al precedente DPCM), nuovo DPCM e sospensioni del TAR che in molti casi hanno riaperto anche le superiori. E così l’Italia è nel caos più totale.