fbpx

Coronavirus, Cipolla d’accordo col sindaco di Messina: “Necessario nuovo lockdown di un mese”

Gettyimages / Xenlumen

Coronavirus, il consigliere comunale Ciccio Cipolla d’accordo con il sindaco di Messina, Cateno De Luca, sull’opportunità di un nuovo lockdown della durata di un mese per arginare il diffondersi del Covid-19

Il consigliere comunale Ciccio Cipolla d’accordo con il sindaco di Messina, Cateno De Luca, sull’opportunità di un nuovo lockdown della durata di un mese per arginare il diffondersi del Covid-19: “I contagi – dichiara Cipolla – rispetto alla scorsa primavera sono aumentati esponenzialmente, gli ospedali sono al limite e l’Asp, dopo i ritardi sui tracciamenti, adesso ammette di essere in difficoltà sulla raccolta dei rifiuti dei cittadini in quarantena risultati positivi. La situazione è critica e una nuova chiusura totale si rende, a mio avviso, indispensabile”.
L’esponente del gruppo misto di palazzo Zanca invoca misure drastiche come quelle della scorsa primavera: “Ovviamente l’economia andrebbe sostenuta con adeguati ristori mentre dovrebbero rimanere aperti unicamente i supermercati, le farmacie e coloro che vendono beni di prima necessità”. Cipolla si dice convinto che “la vera emergenza è adesso”. “La Gazzetta del Sud – commenta – ha diffuso in queste ultime ore dati preoccupanti sul dilagare dei contagi e sulla capienza degli ospedali i cui posti letto liberi vanno diminuendo progressivamente. Dobbiamo fare i conti anche con le difficoltà dell’Azienda sanitaria provinciale che, come ammesso in una nota, solo a dicembre ha registrato circa tremila cittadini risultati in precedenza positivi. Inoltre, sebbene siano passati nove mesi dalla prima ondata, solamente adesso ha ammesso di non potere fare fronte alla raccolta dei rifiuti dei pazienti in quarantena. Infine, circa ai rischi connessi alla riapertura delle scuole si è espresso l’Istituto superiore di sanità”.