fbpx

Coronavirus, a rischio l’Europeo 2021 ‘itinerante’. Rummenigge svela: “l’Uefa pensa alla sede unica”

Foto Getty / ALEXANDER HASSENSTEIN

Karl-Heinz Rummenigge non ha dubbi: l’Uefa sta pensando di rimandare l’idea di un Europeo 2021 itinerante optando per una più sicura sede unica

A causa della pandemia di Coronavirus che non intende mollare la presa su tutta Europa, l’idea di giocare un europeo itinerante, ospitato da diversi Paesi con tutta la macchina organizzativa, gli spostamenti dei giocatori e dello staff collegato all’evento, non sembra una buona idea. Possibile che venga rimandata in futuro, quando la situazione globale sia meno rischiosa. L’Uefa sta valutando con attenzione il rischio di far giocare o meno l’Europeo 2021 in 12 nazioni o in una sola, come da prassi.

Intervistato dal quotidiano bavarese Münchner Merkur, Karl-Henz Rummenigge ha spiegato: “non si può dimenticare che l’idea di questa edizione speciale del torneo viene da quando non c’era il Coronavirus. So che il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin si sta chiedendo se non sia il caso, visto che la pandemia è ancora in atto, di far svolgere gli Europei in una sola nazione con un protocollo sanitario molto rigido. Non sarà facile, ma Aleksander Ceferin e la Uefa prenderanno la decisione giusta con grande attenzione e considerazione”.