fbpx

Coronavirus, la crisi economica colpisce anche l’Arsenal: ottenuto un prestito da 132 milioni

Foto Getty / Michael Regan

La crisi economica dovuta al Coronavirus colpisce anche l’Arsenal: i ‘Gunners’ hanno chiesto un prestito di 132 milioni alla Banca d’Inghilterra

Il Coronavirus non ha soltanto messo a repentaglio la salute delle persone ma ha anche fatto gravi danni all’economia di tutto il mondo. Anche il settore sportivo è stato fortemente colpito dalla crisi che non ha lasciato scampo alle società costrette a fare a meno degli introiti ricavati dalla presenza dei tifosi negli stadi, vietata a causa delle restrizioni. Crisi economica che ha colpito anche i grandi club, due esempi lampanti arrivano dalle big di Premier League. Dopo la decisione del Tottenham, anche l’Arsenal ha scelto di richiedere un prestito alla Banca d’Inghilterra al fine di ottenere 120 milioni di sterline (circa 132 milioni di euro), per fronteggiare l’impatto economico che la pandemia ha avuto sulle casse della società. I ‘Gunners’, dopo aver chiesto ai calciatori un taglio del 12.5% degli stipendi, dovranno adesso saldare il debito entro maggio, dunque a fine stagione. La speranza è che nei prossimi mesi, con il possibile miglioramento della situazione generale al quale potrebbe contribuire il vaccino, gli stadi possano essere riaperti: una vera e propria boccata d’ossigeno per tante società sportive.