fbpx

Conte, è il giorno decisivo: non solo Mastella, al Senato si rivedono anche Razzi e Scilipoti. Stanno lavorando per salvare il governo grillino?

conte razzi scilipoti

Antonio Razzi e Domenico Scilipoti: qual è il loro ruolo e perché vagano “raggianti” a Palazzo Madama

Non bastava la “risurrezione” di Clemente Mastella, adesso anche Antonio Razzi e Domenico Scilipoti sono tornati agli onori della cronaca. Nei giorni scorsi si è parlato del lavoro sottobanco del Sindaco di Benevento, svelato da Carlo Calenda in seguito ad una telefonata, oggi invece nuove ipotesi sorgono intorno alle figure di questi due vecchi personaggi. “Si è detto in passato che la norma che consente agli ex parlamentari di circolare liberamente in Camera e Senato è pericolosa perché favorirebbe attività di lobbying e contatti non proprio limpidi. Ma sorge un’altra ragione di perplessità vedendo scorrazzare raggianti a Palazzo Madama Antonio Razzi e Domenico Scilipoti. Loro non sono costruttori perché fuori dai giochi da anni, ma non mancano di suggerire, ironizzare e trattare sotto banco. A che titolo?”, è quanto riporta Alessandro Trocino, giornalista del Corriere della Sera. Insomma, la vicenda fa ampiamente discutere: per un intero decennio il Movimento 5 Stelle ha sventolato i nomi di Razzi e Scilipoti come emblema della mala politica, definendoli i i voltagabbana, ma oggi, pur di salvare il Governo Conte, si cerca di utilizzarli per elemosinare consensi all’interno del Senato. I nemici principali di un tempo si sono oggi trasformati in responsabili costruttori, e risultano fondamentali per non mollare la poltrona.

Di Maio e la foto che fa sorridere il web: al telefono nasconde con la mano il labiale, ma ha già la mascherina! [FOTO]