fbpx

Conte: “crisi di Governo? Spero di no. Italia Viva sa che sono aperto al confronto”

conte premier

Il Premier Conte lancia un messaggio a Matteo Renzi: “le modifiche al Recovery Plan hanno dimostrato che se c’è un dialogo si può migliorare la qualità di vita dei nostri cittadini”

Giuseppe Conte si è recato al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per riferire sulle decisioni del Cdm di ieri e sullo stato dei rapporti della coalizione. Il Capo dello Stato ha sottolineato la necessità di uscire velocemente da questa condizione di incertezza. Tornando a piedi a Palazzo Chigi il premier, intercettato dai cronisti, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Tutti quanti potremmo lavorare in maniera costruttiva, una crisi non potrebbe essere retta dal Paese. La gente ci chiede di andare avanti. Una situazione con così tante sfide dovrebbe spingerci a lavorare più intensamente. La proroga all’emergenza, un nuovo decreto a partire dal prossimo 16 gennaio, lavoreremo per lo scostamento, per il G20. Mi auguro non si arrivi alle dimissioni delle ministre di Renzi, anche perché già in questi giorni sto lavorando per definire un patto di fine legislatura e confido che tutti ci si possa ritrovare intorno ad un tavolo per confrontarsi in modo leale. Così si potrà ritrovare la coesione delle forze di maggioranza. Il Recovery Plan ha dimostrato che se c’è un dialogo si può migliorare la qualità di vita dei nostri cittadini. Se c’è questa volontà continuerà a lavorare. La sofferenza dei cittadini viene al primo posto, dobbiamo risolvere i problemi. Il Governo deve avere una solida maggioranza, altrimenti non si possono fare azioni significative. Senza Italia Viva mi dimetto? Spero non si arrivi a tanto”.