fbpx

Calabria, l’indice Rt scende ancora: adesso è 1,02, la zona gialla dovrebbe sfumare per un soffio [AGGIORNAMENTI LIVE]

Calabria, la situazione epidemiologica continua a migliorare: l’indice Rt è sceso ancora, per la seconda settimana consecutiva

Dovrebbe sfumare per un soffio il ritorno in zona gialla della Calabria. Esattamente per due punti decimali dell’indice Rt, che la scorsa settimana è continuato a diminuire ma non tanto da scendere sotto la fatidica soglia 1.0. La Calabria, infatti, è passata dal precedente 1,05 all’attuale 1,02. E’ la seconda settimana consecutiva di calo (già la scorsa settimana era passato da 1,14 a 1,05), ma rimane comunque sopra 1. In base all’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità pubblicato oggi pomeriggio, la Calabria è rientrata tra le 6 Regioni a “rischio basso” (le altre sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Liguria e Toscana), il numero di ricoverati è di gran lunga inferiore rispetto alle soglie di criticità e ci sarebbero tutti gli indicatori per il ritorno in zona gialla dopo due settimane arancioni, se non fosse per quello 0,2 di indice Rt che rimane di un soffio superiore a 1.0. Ancora non c’è nulla di ufficiale e il passaggio in zona gialla non è da escludersi in modo definitivo: si attende l’ordinanza pomeridiana del Ministro Speranza con cui avremo l’ufficialità dei cambiamenti di colore odierni. La Calabria resta sospesa tra l’attuale zona arancione, che potrebbe essere prorogata per un’altra settimana, o il passaggio in zona gialla. In ogni caso, a prescindere dalle misure (il passaggio in zona gialla consentirebbe la riapertura dei Musei, la circolazione libera in tutto il territorio Regionale anche fuori dal proprio comune, l’apertura di tutti i locali della ristorazione anche con servizio al tavolo fino alle 18), la situazione epidemiologica sta continuando a migliorare.

Tutti i dati dell’indice Rt aggiornato Regione per Regione aggiornati in tempo reale:

  • Molise 1.38 (settimana precedente 0.70)
  • Sicilia 1.27 (settimana precedente 1.19)
  • Basilicata 1.12 (settimana precedente 1.14)
  • Valle d’Aosta 1.12 (settimana precedente 1.19)
  • Puglia 1.08 (settimana precedente 1.18)
  • Umbria 1.05 (settimana precedente 1.29)
  • Abruzzo 1.05 (settimana precedente 1.18)
  • Piemonte 1.04 (settimana precedente 1.14)
  • Provincia Autonoma di Bolzano 1.03 (settimana precedente 1.50)
  • Calabria 1.02 (settimana precedente 1.05)
  • Liguria 0.99 (settimana precedente 1.15)
  • Toscana 0.98 (settimana precedente 1.01)
  • Marche 0.98 (settimana precedente 0.97)
  • Emilia Romagna 0.97 (settimana precedente 1.15)
  • Sardegna 0.95 (settimana precedente 0.99)
  • Lazio 0.94 (settimana precedente 1.10)
  • Provincia Autonoma Trento 0.90 (settimana precedente 1.01)
  • Friuli Venezia Giulia 0.88 (settimana precedente 0.94)
  • Lombardia 0.82 (settimana precedente 1.40)
  • Veneto 0.81 (settimana precedente 0.96)
  • Campania 0.76 (settimana precedente 0.99)