fbpx

Calabria, la CISL sulla “storica” stabilizzazione dei lavoratori Sorical

Calabria, la nota del Segretario Generale della CISL Pompeo GRECO

“Sul futuro del servizio idrico integrato della Calabria, così per come apprendiamo dalle dichiarazioni apparse sulla stampa, sembra che si sia arrivati finalmente alla svolta con la definizione della ”data storica” secondo il Presidente dell’Autorità Idrica Calabrese Avv. Marcello Manna, quella riferita all’approvazione del piano d’ambito con il quale si definiscono le linee programmatiche per la gestione del servizio in Calabria. Contestualmente viene altresì comunicato che l’A.I.C. non è più commissariata, ma che avendo completato  gli organi direttivi previsti dalla legge che la istituì, con la nomina anche del revisore dei conti, è oggi pienamente operativa.  Con il piano d’ambito appena approvato sarà prevista una ricognizione delle infrastrutture esistenti con relativo programma di interventi, il modello gestionale  e il piano economico finanziario su cui si dovrebbe, nelle intenzioni, attuare il riordino, dopo anni di attesa, del servizio idrico calabrese. Tutto questo nelle intenzioni. Vedremo come nel tempo il tutto  si tradurrà  in atti tangibili consequenziali. La Calabria e i calabresi ne avrebbero proprio bisogno dopo anni di gestioni irresponsabili”. Lo afferma in una nota il Segretario Generale- Pompeo GRECO .

“Parallelamente, il Commissario Liquidatore in rappresentanza del socio pubblico, la Regione Calabria,               l’Avv. Cataldo Calabretta rilancia sul nuovo corso della Sorical dichiarando,  che si dovrebbe chiudere il 2020 con gli incassi prossimi ai 100 ml di euro. Risultato “figlio del grande lavoro degli ultimi mesi”. Prendiamo atto di tutto ciò, di questi segnali di svolta importante nel settore, e del fatto che l’Avv. Calabretta  abbia più volte sostenuto, da quando si è insediato nel nuovo incarico, che Sorical è un asset strategico per la Calabria, che si tratta di una società che ha problemi finanziari ma non economici. Apprezziamo queste dichiarazioni perché sono in linea rispetto a quello che come Femca CISL sosteniamo  da sempre. Le competenze le professionalità il Know how dei dipendenti Sorical più volte riconosciute anche dall’Avv. Calabretta, sono un’opportunità importante di cui tenere conto per la gestione del futuro servizio idrico integrato in Calabria. Ci permettiamo quindi, in tale positivo contesto che emerge, di  ricordare all’Avv. Calabretta  che, tra i lavoratori di Sorical, che attualmente contribuiscono al raggiungimento dei risultati positivi importanti, giustamente tanto declamati, ci sono anche quei lavoratori assunti a tempo determinato i cui contratti scadranno l’8 gennaio 2021, e del cui rinnovo nonostante anche le dichiarazioni di circostanza e di buone intenzioni da lui stesso espresse nell’ultimo incontro con la RSU, non si ha più nessuna notizia e soprattutto nessuna certezza”.

“La CISL,  per chiarezza di posizioni, è opportuno ricordarlo, è stata l’unica organizzazione sindacale a sosternere, da sola, due anni, fa le loro assunzioni in Sorical.  In un clima di inaccettabile onta mediatica, alimentata vergognosamente anche da chi avrebbe dovuto invece assumere altri responsabili atteggiamenti,   nel rispetto del  ruolo di rappresentanza  ricoperto. Considerando le notizie positive recentemente comunicate sull’andamento della Società Sorical, sollecitiamo immediati riscontri e rassicurazioni sul futuro occupazionale dei lavoratori assunti a tempo determinato con la loro definitiva stabilizzazione considerando che oramai operano nel ciclo produttivo aziendale e che la loro mancata riconferma, creerebbe gravi problemi ai processi organizzativi produttivi aziendali”.