fbpx

Ibrahimovic torna e fa paura! Doppietta al Cagliari e Milan solitario in vetta: ma le assenze complicano la corsa scudetto

Foto Getty / Daniela Santoni

Cagliari-Milan termina 0-2. Ibrahimovic firma una doppietta al ritorno da titolare: le assenze rischiano però di complicare la corsa scudetto

La 18ª giornata di Serie A, iniziata venerdì con il derby della Capitale, si chiude finalmente con il posticipo di lunedì dopo 4 giorni di grande calcio. In campo il Milan capolista, ospite del Cagliari alla Sardegna Arena. Situazioni di classifica differenti con i rossoneri chiamati a rispondere al successo dell’Inter (attualmente in vetta a pari punti con i cugini) contro la Juventus, mentre i rossoblu hanno disperato bisogno di punti per tirarsi fuori dalla zona retrocessione. Il Milan ritrova finalmente Ibrahimovic da titolare dopo 9 giornate di campionato, 8 passate ai box per infortunio e 1 nella quale è entrato per un breve spezzone finale. Al ritorno dal primo minuto lo svedese fa subito la differenza con una doppietta: un rigore nel primo tempo, un tiro ad incrociare nel secondo che mettono in ghiaccio il match. Nel finale i rossoneri soffrono con l’uomo in meno, causato da un’ingenuità di Saelemaekers che ha preso due gialli in 5 minuti dal suo ingresso in campo, ma respingono l’assalto del Cagliari.

Il Milan torna in vetta alla classifica con 3 punti di vantaggio sull’Inter e mette quasi in ghiaccio (si deciderà per differenza reti in caso di parità) il titolo di campione d’inverno che, seppur non abbia alcuna valenza, la dice lunga sul progresso di una squadra che di questi tempi, l’anno scorso, era ferma a metà classifica. Non solo note liete però in casa rossonera: la situazione degli assenti continua a preoccupare. In vista del big match dell’ultima giornata d’andata contro l’Atalanta, cliente scomodissimo per i rossoneri, ad oggi la lista degli indisponibili è incredibile: Gabbia e Bennacer (potrebbe recuperare) sono out per infortunio, forse anche Kjaer uscito oggi fra primo e secondo tempo; Romagnoli  e Saelemaekers squalificati; Theo Hernandez, Calhanoglu, Rebic e Krunic fermati dal Coronavirus. Tornerà Leao e forse ci sarà un Mandzukic in più nel motore. Quel che è certo è che servirà il miglior Ibrahimovic per mascherare le attuali difficoltà.

RISULTATI SERIE A 18ª GIORNATA

VENERDI’ 15 GENNAIO

ore 20:45
Lazio-Roma 3-0 (14′ Immobile, 23′, 67′ Luis Alberto)

SABATO 16 GENNAIO

ore 15:00
Bologna-Verona 1-0 (19′ rig. Orsolini)

ore 18:00
Torino-Spezia 0-0

ore 20:45
Sampdoria-Udinese 2-1 (55′ De Paul, 67′ Candreva rig., 81′ Torregrossa)

DOMENICA 17 GENNAIO

ore 12:30
Napoli-Fiorentina 6-0 (5′, 72′ rig. Insigne, 36′ Demme, 38′ Lozano, 45′ Zielinksi, 89′ Politano)

ore 15:00
Crotone-Benevento 4-1 (5′ aut. Glik, 29′, 54′ Simy, 65′ Vulic. 84′ Iago Falque)
Sassuolo-Parma 1-1 (37′ Kucka, 93′ Djuricic rig.)

ore 18:00
Atalanta-Genoa 0-0

ore 20:45
Inter-Juventus 2-0 (12′ Vidal, 52′ Barella) 

LUNEDI’ 18 GENNAIO

ore 20:45
Cagliari-Milan 0-2 (7′, 52′ Ibrahimovic)

RECUPERO (10ª GIORNATA)

Udinese-Atalanta 1-1 (1′ Pereyra, 44′ Muriel)

CLASSIFICA SERIE A

  1. MILAN 43
  2. INTER 40
  3. NAPOLI 34
  4. ROMA 34
  5. JUVENTUS 33
  6. ATALANTA 33
  7. LAZIO 31
  8. SASSUOLO 30
  9. VERONA 27
  10. SAMPDORIA 23
  11. BENEVENTO 21
  12. BOLOGNA 20
  13. SPEZIA 18
  14. FIORENTINA 18
  15. UDINESE 17
  16. GENOA 15
  17. CAGLIARI 14
  18. TORINO 13
  19. PARMA 13
  20. CROTONE 12

CLASSIFICA MARCATORI

  1. Ronaldo (Juventus) 15 reti
  2. Ibrahimovic (Milan) 12 reti
  3. Immobile (Lazio) 12 reti
  4. Lukaku (Inter) 12 reti
  5. Muriel (Atalanta) 11 reti
  6. Joao Pedro (Cagliari) 10 reti
  7. Belotti (Torino) 9 reti
  8. Insigne (Napoli) 9 Reti
  9. Lautaro Martinez (Inter) 9 reti
  10. Nzola (Spezia) 9 reti

PROSSIMO TURNO SERIE A (19ª GIORNATA)

VENERDI’ 22 GENNAIO

ore 20.45
Benevento-Torino

SABATO 23 GENNAIO

ore 15:00
Roma-Spezia

ore 18:00
Milan-Atalanta
Udinese-Inter

ore 20.45
Fiorentina-Crotone

DOMENICA 24 GENNAIO

ore 12.30
Juventus-Bologna

ore 15:00
Genoa-Cagliari
Verona-Napoli

ore 18:00
Lazio-Sassuolo

ore 20.45
Parma-Sampdoria