fbpx

Brigitte Bardot fa discutere: “il Coronavirus è una cosa buona. E questi migranti…”

Le dichiarazioni di Brigitte Bardot fanno discutere: il Coronavirus farà selezione naturale e il governo deve aiutare i propri cittadini e non i migranti

Hanno fatto molto discutere le dichiarzioni rilasciate da Brigitte Bardot in merito all’emergenza Coronavirus. L’attrice francese icona sexy negli anni ’50 e ’60, intervistata dal settimanale ‘Oggi’, ha parlato in termini positivi del Covid, strizzando l’occhio a teorie di selezione naturale: troppe persone sulla Terra, è necessario fare un po’ di ‘pulizia‘ per evitare il collasso del mondo intero. “Temo che il Covid e le altre epidemie che si stanno annunciando ristabiliranno dolorosamente un nuovo ordine. – ha spiegato B.B. – Quando quei 5 miliardi di persone di troppo su questa Terra saranno scomparsi, la natura riprenderà i suoi diritti. Mi chiede se questo virus è una buona cosa? Sì, è una specie di autoregolamentazione di una sovrappopolazione che noi non siamo in grado di controllare“.

Anche il suo pensiero politico, tendente al sovranismo, ha fatto particolarmente discutere: “io sono per un governo autoritario, capace di mettere ordine nel casino in cui viviamo. Quando penso che il governo francese lascia al margine dei poveri cittadini che lavorano duro e che ottengono meno aiuti di tutti questi migranti che ci assalgono, mi fa orrore“.