fbpx

Basket, sconfitta a testa alta per la Mastria Catanzaro a Nardò: racconto e tabellino del match

nardo vs mastria giornata 6

Basket, il racconto e il tabellino del match tra Nardò e Mastria Catanzaro: sconfitta a testa alta per i calabresi

Niente da fare per la Mastria Sport Academy a cui non riesce l’impresa di espugnare il “Tensostatico” di Nardò e portare a casa il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto qualche giornata fa contro Monopoli. Ancora un match difficile da affrontare per i calabresi costretti a convivere con i tanti guai fisici e che ripropongono il quintetto schierato nella precedente uscita casalinga con Cucco in cabina di regia, Moretti e Battaglia come esterni e la coppia Morciano-Tchintcharauli sotto al ferro. Nardò manda in campo Burini, Petricci, Enihe, Coviello e Dip.

Il primo tempo è tutto a favore dei padroni di casa che, grazie ai tanti rimbalzi offensivi conquistati, riescono a trovare conclusioni ad alta percentuale vicino al ferro provando così a dare il primo strappo al match. I ragazzi di Coach Formato provano a rispondere nella metà campo offensiva trovando buone soluzioni per tutti i giocatori utilizzati ed in particolar modo per Battaglia che realizza 8 dei suoi 23 punti totali nel solo primo parziale che si conclude sul punteggio di 28–18 per i pugliesi.

Nel secondo quarto i giallo-rossi stringono le maglie in difesa e riescono a mettere qualche granello di sabbia negli ingranaggi di Nardò che non riesce a trovare con la stessa facilità la via del canestro. Proprio in questo frangente si vede uno dei momenti migliori dell’Academy che colpisce prima con Petronella e poi con i soliti Cucco e Moretti i quali permettono ai catanzaresi di ricucire fino al 44-35 che chiude la prima metà di gara. La Mastria gioca con intensità e Nardò soffre le soluzioni difensive degli ospiti che alternano difesa a uomo e zona riuscendo nel duplice intento di mettere in difficoltà gli avversari e di proteggere i propri giocatori da eventuali falli personali.

Al 23’ Morciano & Co. toccano il -5 ma non riescono a trovare l’aggancio che permette ai pugliesi di rimanere in vantaggio di 7 lunghezze al termine di un parziale giocato assolutamente alla pari dalle due formazioni e con la Mastria capace ancora una volta di sopperire alle tante difficoltà che stanno segnando questa prima metà di stagione. Nelle partite punto a punto, nel quarto periodo spesso è l’energia a fare la differenza e le rotazioni più lunghe di Nardò, unite alla tanta esperienza dei pugliesi, permette ai padroni di casa di realizzare il break decisivo con cui riescono a conquistare i due punti. Nel finale spazio per i tanti under giallorossi presenti in panchina. Non basta dunque una prestazione comunque positiva per la Mastria che è apparsa decisamente più combattiva rispetto alla sfida contro Taranto.

Frata Nardò – Mastria Sport Academy (28-18 / 44-35 / 64-58 /86-73)

Frata Nardo: Dip 5, Coviello 18, Petrucci 15, Burini 8, Bartolozzi 13, Fontana 8, Enihe 7, Bjelic 12, Cepic, Fracasso, Tyrtyshnik.

Mastria Sport Academy: Battaglia 23, Morciano 14, Cucco 16, Moretti 7, Tchintcharauli 2, Petronella 7, Miljanic 4, Shvets, Mastria Mat, Mastria Mar.