fbpx

Unieuro Reggio Calabria, dove la tutela dell’ambiente è al primo posto: perché affidarsi ad aziende a norma per lo smaltimento dei Raee?

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Il cittadino può consegnare gratuitamente l’usato ad Unieuro Reggio Calabria: l’azienda è garanzia di legalità, assicura al cliente la certezza che i Raee siano smaltiti correttamente e non vengano abbandonati inquinando l’ambiente circostante

Nella città di Reggio Calabria tiene banco ormai da tanti mesi l’emergenza rifiuti. Tra quelli maggiormente inquinanti ci sono sicuramente i Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), che purtroppo spesso si trovano abbandonati per strada. Non molti cittadini ne sono a conoscenza, eppure esistono delle realtà a cui è possibile affidarsi per contribuire allo smaltimento corretto di alcune sostanze che sono nocive per il pianeta. Unieuro Reggio Calabria ad esempio è una delle poche aziende in città ad essere a norma da questo punto di vista, un punto di riferimento per coloro che intendono liberarsi ad esempio di un frigorifero o di una lavatrice e vogliono accertarsi che questo avvenga secondo le leggi in vigore.

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Unieuro Reggio Calabria è regolarmente inserita all’interno dell’Albo Gestori Ambientale (istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare), che ricopre un ruolo prioritario nel settore della gestione dei rifiuti perché dimostra con un’attestazione che una ditta possiede i giusti requisiti di capacità finanziaria. Una volta superato questo passaggio, all’azienda viene assegnato un ente per il conferimento dei rifiuti, quindi anche dei Raee. Questo è un dettaglio fondamentale affinché il cliente o comunque il cittadino in generale, sia messo nelle condizioni tali da avere la certezza dello smaltimento dell’usato.

Ma in pratica un cittadino come può liberarsi dell’usato?

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Le possibilità sono due: al momento dell’acquisto, il cliente che chiede il ritiro dell’usato viene inserito in “commissione” e con la compilazione di un documento ottiene gratuitamente la possibilità che, ad esempio, il suo Raee venga trasportato all’isola ecologica per effettuare lo smaltimento immediato. Lo stesso avviene anche se il cittadino non ha effettuato alcun acquisto, portando direttamente in negozio l’usato e compilando il documento, sempre in forma assolutamente gratuita.

Affidarsi ad un’azienda seria e a norma dal punto di vista dello smaltimento dei rifiuti è un atto d’amore nei confronti dell’ambiente. I Raee sono infatti particolarmente inquinanti, per questo è necessario rispettare le leggi. Come testimonia il servizio che viene garantito da Unieuro Reggio Calabria (dovrebbe essere la normalità per ogni azienda, ma purtroppo troppo spesso non lo è), il cittadino può usufruire di questo senza nessuna spesa aggiuntiva, riuscendo a salvaguardare dall’inquinamento se stesso e tutti coloro che gli stanno intorno.

Unieuro Reggio Calabria: hai un frigorifero vecchio e non sai come smaltirlo? Ecco come fare [VIDEO]