fbpx

Teatro: Teatro di Roma, ‘mai trattato con sufficienza rilievi dei Revisori dei Conti’

Roma, 2 dic. (Adnkronos) – ‘Nel rispetto degli obblighi e del principio di trasparenza pubblica, il Teatro di Roma – Teatro Nazionale intende smentire fermamente il contenuto di notizie e commenti diffusi in questi giorni su alcuni organi di stampa in relazione a rilievi mossi al Consiglio d’Amministrazione. Si ritiene doveroso chiarire la situazione del Teatro di Roma, al fine di confutare e dipanare le contestazioni infondate che gli vengono attribuite, attraverso una informazione completa e dettagliata rivolta soprattutto alla Città, ai cittadini, agli artisti e al pubblico”. è quanto specifica in una nota il Teatro di Roma.
‘Il Teatro di Roma non ha mai inteso ignorare, così come non ha mai trattato con sufficienza i rilievi presentati dal Collegio dei Revisori dei Conti al contrario – si legge ancora nel testo – ha fornito prontamente le precisazioni del caso anche in occasione del Consiglio d’Amministrazione di lunedì 30 novembre 2020. Inoltre, è sempre stata buona pratica da parte dello Stabile Nazionale segnalare prontamente ogni eventuale irregolarità gestionale ai Soci, agli organi preposti alla vigilanza e, dunque, al Collegio dei Revisori”.
A proposito delle consulenze, il Teatro di Roma specifica poi che ‘il nostro è un sistema culturale complesso e articolato sul territorio, da fine 2017 ampliato a 8 sale teatrali; una rimodulazione che ha trasformato le funzioni e la connotazione dello Stabile, rendendo necessario attivare procedure soggette al codice degli appalti nonché reperire professionalità specialistiche di cui il Teatro non dispone, per rispondere efficacemente all’incremento di attività, e al coordinamento gestionale dei Teatri in Comune (Biblioteca Quarticciolo, Tor Bella Monaca, Villa Pamphilj, Lido di Ostia, Silvano Toti Globe Theatre), oltre che alla gestione dei propri spazi (Argentina, India, Torlonia e la programmazione temporanea del Teatro Valle)”.