fbpx

Il calcio a Messina compie 120 anni: polemiche sui social per una storia fatta di fallimenti, nuove iscrizioni, fusioni e cancellazioni

acr e fc messina

Oggi il calcio a Messina compie 120 anni: una storia travagliata quella dei colori giallorossi, come testimoniato dalle polemiche social dei tifosi

Il calcio a Messina compie 120 anni. L’1 dicembre 1900 nasceva infatti il Messina Football Club. Da lì, una serie numerosissima di vicissitudini che ha portato i tifosi – oggi – a “litigare” su quale sia il “vero” club, quale realmente sia nato 120 anni fa e quale realmente abbia disputato la Serie A circa 15 anni fa. Sui social, infatti, è polemica nei commenti ai post delle due società esistenti – A.C.R. e F.C. – che rivendicano entrambe il compleanno odierno. C’è chi sostiene l’una e critica l’altra e viceversa, c’è chi invece chiede – ormai invano da tempo – che non si giochi sulla pelle dei tifosi ma si uniscano le forze per far rinascere il calcio in questa città, su cui versa profondo disinteresse.

Facendo un salto nella storia, effettivamente, diventa complicato capire i meccanismi che hanno portato a questo “dualismo” e dunque a individuare quale dei due club sia realmente nato nel 1900, tra cancellazioni e ritiri in tempi di guerra, nuove iscrizioni, fusioni con neo società locali e fallimenti. Di certo c’è che l’A.C.R. Messina nasce nel 1947 dalla fusione tra A.C. Messina (società nata a sua volta da altre fusioni) e U.S. Giostra (club fondato nei primi anni del ’10) mentre l’F.C. Messina Peloro – quello della Serie A di Franza – è la continuazione dell’U.S. Peloro, società nata nel 1994 dall’unione tra Villafranca e Tremestieri. F.C. Messina Peloro che fallisce ufficialmente il 27 novembre 2008, 12 anni fa, rilevata poco dopo dall’A.C.R. da cui nasce l’Associazione Calcio Rinascita Messina.

Tutto questo per arrivare ai giorni nostri, con il contestatissimo Sciotto alla guida dell’A.C.R. e Rocco Arena, vicino all’acquisizione di quest’ultima, che ha poi deciso di prelevare l’ex Città di Messina, acquistando logo e nome dell’F.C. e dando vita all’attuale F.C. Messina, con il logo della squadra che militò in Serie A ma con una storia – così come l’A.C.R. – tutta da decifrare.