fbpx

Serie B, le ultime sul format dall’Assemblea di Lega: confermate le 20 squadre, ma con tre retrocessioni

Pallone logo Serie B Giuseppe Bellini/Getty Images

Assemblea di Lega quest’oggi in Serie B: confermate le 20 squadre per la prossima stagione, ma con tre retrocessioni e non più quattro

E alla fine si è trovata una via di mezzo. L’Assemblea di Lega Serie B, riunitasi nella giornata odierna in videoconferenza, ha affrontato l’argomento sul format del campionato cadetto, con la richiesta di 21 squadre partecipanti il prossimo anno per poi tornare a 22 definitivamente, rendendo così lineare a asimmetrico il rapporto tra retrocesse dalla A e retrocesse in C. Come confermato dalla nota di seguito riportata integralmente, si è deciso che – almeno per la prossima stagione, la 2021-2022 – le squadre resteranno 20, ma ci saranno tre retrocessioni.

Assemblea di Lega Serie B in videoconferenza. Tutte le società presenti. In apertura – si legge – il presidente Mauro Balata ha comunicato la manifestazione di interesse per una partnership strategica con la Lega Serie B da parte degli stessi soggetti che stanno costituendo una newco con la Lega Serie A. Una proposta che individua l’inizio di un percorso, cercato e voluto dallo stesso presidente Balata in questi mesi, per lo sviluppo del brand e del valore economico della Serie B e che dimostra, inoltre, il forte interesse che il mercato ha nei confronti di un campionato apprezzato per la sua qualità, credibilità e con indici di reputazione in crescita esponenziale”.

Si è poi passati alla questione format. “Alla luce della disponibilità avuta dall’ultimo Consiglio federale di ricomprendere la diminuzione da quattro a tre retrocessioni nell’ambito di una più ampia e sistemica riforma dei campionati, l’Assemblea ha deliberato che ai sensi dell’articolo 49 comma 4 Noif le società partecipanti al campionato 2021/2022 siano stabilite nel numero di 20 confermando, contestualmente, il contenuto della delibera assunta lo scorso 26 novembre nella parte in cui si prevede una riduzione a tre del numero di retrocessioni a partire dalla stagione 2021/22″.

Conferma invece sulla questione Var. “Il presidente Balata ha infine informato l’Assemblea sulle interlocuzioni in corso con Aia e Can relativamente al percorso da attuare per l’introduzione definitiva del Var nei prossimi playoff e playout e, quindi, dal prossimo campionato, alla luce della recente comunicazione da parte degli organi arbitrali circa l’insufficienza di organico per la partenza dello strumento tecnologico fin dal girone di ritorno”.