fbpx

Reggio Calabria: “perduranti perdite fognarie in via Pilati a Melito Porto Salvo che creano notevoli disagi e serie preoccupazioni ai cittadini” [FOTO]

  • sdr
    sdr
/

Reggio Calabria, la nota di Vincenzo Crea Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”

“Sono pervenute a questa associazione segnalazioni da parte di alcuni cittadini di Melito di Porto Salvo con le quali si dolgono delle difficoltà che incontrano da oltre due settimane nell’uscire dalle proprie abitazioni, perché davanti alle stesse scorrono a cielo aperto dei liquami fognari prodotti dalla rottura della condotta fognaria sottostante il manto stradale di via Pilati. Addirittura per permettere ai bambini di entrare nella scuola elementare è stato necessario collocare una passerella mobile in legno.  Gli stessi cittadini hanno manifestato seria preoccupazione per   la loro salute dovendo respirare le esalazioni fognarie che permanentemente invadono le loro abitazioni”. Lo afferma in una nota Vincenzo CREA Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.

“Intorno alle ore 9,30 di oggi mi sono recato sul posto e giunto nelle vicinanze da subito percepivo il caratteristico e inconfondibile odore di fogna. Riscontravo che  sulla strada di via Pilati ex Nazionale poco distante lato sud del ponte stradale Pilati, a seguito della rottura del manto stradale direzione Nord/Sud sgorgano copiosi liquami fognari che scorrono lungo il tratto viario, davanti alle abitazioni e davanti alla scuola elementare Statale Avv. Cav. Agostino Casile”.

“Lungo il tragitto si formano degli allagamenti in quanto i liquami risiedono nelle piccole voragini che insistono nella predetta strada e  i veicoli nel transitare rischiano la collisione dovendo schivare i liquami e le piccole voragini e inevitabilmente schizzano i liquami addosso ai passanti, sulle facciate dei fabbricati, sulle porte e finestre degli stessi.  Il tratto interessato dall’inconveniente igienico sanitario è privo di adeguata segnaletica di  preavviso della situazione di pericolo”.

“Alcuni abitanti del posto mi hanno riferito che l’inconveniente igienico sanitario si è ripresentato altre volte, per ultimo nel mese di settembre si è intervenuti, ma non è stata risolta definitivamente la criticità in quanto a loro dire in quel tratto necessita la sostituzione della condotta fognaria. L’attività ispettiva permetteva di constatare altresì che anche il vicino torrente Pilati è interessato da liquami, per quanto possibile constatare a distanza, riconducibili a liquami fognari che sfociano a mare”.