fbpx

Reggio Calabria: oggi si è svolto l’interessante seminario “Annunziato Vitrioli: la poesia incontra la musica”

Reggio Calabria: oggi si è svolto l’interessante seminario “Annunziato Vitrioli: la poesia incontra la musica”, rivolto alle classi prime della scuola secondaria di I° grado “D. Vitrioli”

Oggi sabato 12 dicembre 2020, alle ore 9:30, su piattaforma Meet di G suite si è svolto l’interessante seminario “Annunziato Vitrioli: la poesia incontra la musica”, rivolto alle classi prime della scuola secondaria di I° grado “D. Vitrioli”. Il seminario, il 2° di 5, rientra nel progetto “La collezione Vitrioli: un viaggio tra Arte, Musica e Poesia” approvato dalla Regione Calabria con il sostegno finanziario del PAC Calabria, per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’offerta culturale presente in Calabria. Finalità del progetto: la Valorizzazione di eventi storici e personalità rilevanti a livello regionale in ambito culturale e artistico, con il sostegno di iniziative di studio inerenti a figure della storia calabrese, realizzate, in luoghi culturali di prestigio o comunque di valore storico-culturale.

Dopo il saluto istituzionale della Dirigente dell’I.C. Vitrioli-Principe di Piemonte, dott.ssa Maria Morabito, quello della dott.ssa Antonella Gioia, Presidente dell’Associazione culturale “Diego Vitrioli”, associazione finalizzata alla gestione e valorizzazione del prezioso patrimonio Vitrioli, sono intervenuti: la dott.ssa Maria Grande, direttore del Conservatorio  di Musica ”F. Cilea” che ha tratteggiato la figura di Annunziato Vitrioli, pregevole pittore e musicista e la prof.ssa Manuela Crimi esperta in lingua latina e greca che ha intrattenuto gli intervenuti con un’approfondita  relazione su Diego Vitrioli e il suggestivo scenario dello Stretto: lo Xiphias”.

L’intento è sicuramente quello di “tener viva la consapevolezza delle proprie radici e l’amore per la nostra terra di cui andare orgogliosi grazie all’opera di suoi pregevoli “figli”, come Diego Vitrioli che ha saputo “dipingere” in versi, i tratti più belli degli incantevoli panorami dello Stretto e narrare il senso di ospitalità e convivialità tipici della nostra gente contribuendo così a rendere la città di Reggio Calabria “un luogo culturale” privilegiato di cui la storia dà testimonianza”.

Anche in questa occasione gli studenti “vitriolini” hanno saputo coinvolgere adulti e ragazzi con maestria e abilità negli impeccabili intermezzi musicali dell’Orchestra giovanile D. Vitrioli e nella declamazione di versi e pensieri di Cultori delle Classiche Lettere nonché in riflessioni scaturite da studio e ricerca appassionata sull’elegante latinista reggino di cui la scuola secondaria di 1° grado “Diego Vitrioli” si onora di portare il nome.