fbpx

Reggio Calabria, disservizio stradale e montagne di rifiuti a Mosorrofa. Lo sfogo di un lettore: “abbandono e degrado a causa di un’amministrazione comunale negligente”

/

Un cittadino residente a Mosorrofa testimonia lo stato di abbandono della piccola frazione nella zona collinare del Comune di Reggio Calabria

Emergenza spazzatura, disservizi idrici e strade dissestate. Ne hanno passate di tutti i colori i residenti di Mosorrofa nell’ultimo anno. Sono ancora impresse nella mente le immagini della caduta nel vuoto del tratto di strada diretto che collega la frazione collinare di Reggio Calabria. Accadeva quest’estate, eppure, come segnalato da un lettore di StrettoWeb, i lavori per la riparazione sono ancora fermi. Una situazione che mette in pericolo i cittadini, i quali si sentono totalmente abbandonati, nonostante le promesse ascoltate durante la campagna elettorale. Ecco di seguito la lettera completa ricevuta ai nostri canali:

“Buongiorno, scrivo alla vostro redazione per segnalare da oltre due mesi la situazione in cui versa la strada di collegamento Sala di Mosorrofa-Mosorrofa a causa della negligenza, imperizia e imprudenza della nostra cara amministrazione comunale. La strada, oltre il disastro dovuto al noto problema della spazzatura e dei cassonetti nella zona, risulta work in progress da diversi mesi dopo il crollo avvenuto che avrebbe potuto causare delle vittime. A tutt’oggi, a distanza di due mesi dall’esito delle elezioni comunali e da oltre 3 dall’incidente, queste sono ancora le condizioni dei lavori che si sarebbero dovuti completare in tempi brevi o quantomeno urgenti dal punto di vista della messa in sicurezza. E invece tutto tace e tutto rimane com’è, nel disinteresse più totale, rischiando di aggravare ancor di più le conseguenze di ciò che, fortunatamente per mano divina, non è accaduto a settembre! Spero che con questa segnalazione mediatica, l’attenzione dei nostri cari governanti torni ad essere rivolta verso una frazione (senza escludere le altre ovviamente) in cui, nonostante la disfatta della precedente esperienza amministrativa, hanno ottenuto un soddisfacente livello di gradimento (non dal sottoscritto) tale da farli tornare negli scranni di palazzo San Giorgio. Se come dice il nostro Sindaco, all’indomani del voto che lo ha miracolosamente rimesso a capo di una città che lo stesso ha dimostrato ahimè negativamente di non saper gestire (per quanto le responsabilità siano condivise) non c’è più tempo da perdere, che si faccia in fretta per ripristinare quantomeno quella normalità oramai perduta da tempo, soprattutto nelle periferie, dimenticate da chi in pompa magna, per meri scopi elettorali, si è sempre vantato di voler porre al centro del progetto di rinascita e di “svolta” di un territorio che non merita questo abbandono! E vengano finalmente risolti i problemi più basilari che riguardano intere comunità, che pagano tasse altissime e non più disposte ad accettare ritardi od omissioni per i servizi essenziali, da garantire nel rispetto della vita e della dignità di una società”.
Lettera firmata