fbpx

Reggina, Tempestilli: “chi non vuole restare che venga a dirlo, si troverà una soluzione”. E sull’infortunio di Lafferty…

tempestilli Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Il direttore generale della Reggina, Antonio Tempestilli, è stato ospite di “Passione Amaranto”, sui canali ufficiali del club: il suo pensiero sull’attuale momento difficile

Aveva bagnato il suo esordio da direttore generale plenipotenziario della Reggina con la vittoria interna contro il Brescia, importante boccata d’ossigeno dopo quattro sconfitte consecutive. Poi, però, di nuovo il buio, con altri pesanti stop e l’avvicendamento in panchina Toscano-Baroni. Antonio Tempestilli di momenti del genere ne avrà sicuramente passati vista la sua lunga ed importante carriera da calciatore prima e dirigente poi. Il suo compito è proprio quello di fare da “collante” tra presidenza e parte tecnica, facendo sentire la sua presenza.

Il dirigente del club è stato ospite di “Passione Amaranto“, sui canali ufficiali del club, per parlare dell’attuale momento di difficoltà, a due giorni dalla sconfitta interna contro il Cittadella e alla vigilia di del match di Vicenza. Ecco le sue parole: “La squadra sta vivendo male il momento, quando i risultati non arrivano l’aria ovviamente non può essere positiva. Purtroppo si stanno verificando tanti infortuni, stiamo cercando di capire cosa li fa scaturire. Bisogna mettere il tecnico nelle condizioni di poter fare delle scelte. Ora stiamo giocando ogni tre giorni, quindi servirà il supporto di tutti. Faty e Charpentier sono sulla strada del recupero, speriamo di averli al più presto. Lafferty ha una piccola lesione. State tranquilli che se qualche giocatore dimostra poca professionalità viene allontanato immediatamente, con me non ci sono storie. Bisogna essere professionisti fino in fondo, può trattarsi anche del giocatore più bravo di tutti, ma il rispetto deve essere al primo posto. Chi vuole restare, resta. Chi non vuole restare che venga a bussare alla nostra porta, una soluzione si trova. Chi indossa questa maglia deve rispettarla. Non tollero comportamenti che danneggiano la società o i tifosi. Io sono sincero, di questo gruppo non posso lamentarmi, al momento non sono venuto a sapere che qualcuno di loro si comporta male al di fuori del campo. Dalla trasferta di Verona ho iniziato a seguire il comportamento dei calciatori e, sono onesto, poche volte ho visto gruppi così professionali. Sotto l’aspetto tecnico si possono fare altre considerazioni, ma le faremo tra di noi, dobbiamo solamente uscire da questa situazione. Siamo tutti sulla stessa barca e bisogna remare verso la stessa direzione, ognuno di noi ha le proprie responsabilità. Di queste esperienze ne ho avute tante, una volta con la Roma abbiamo cambiato cinque allenatori, per poco non retrocedevamo in Serie B. Comunque sono convinto che questo è un buon gruppo, adesso servono i risultati”.

Vicenza-Reggina, Baroni alla vigilia: “Confronto con ultrà positivo, siamo tutti sotto esame. Sul mercato…”

Dall’illusione Marazzina al miracolo Baiocco: tutti i precedenti di Vicenza-Reggina [FOTO e VIDEO]

Vicenza-Reggina, dove vedere il match di Serie B: info su diretta Tv e live Streaming

Serie B, gli arbitri della 14ª giornata: per Vicenza-Reggina c’è Aureliano. Un solo precedente con gli amaranto per lui, con un particolare “conosciuto”…

Vicenza-Reggina, parla Di Carlo: “Servirà ferocia e aggressività”. E poi fa la conta tra ritorni e indisponibili