fbpx

Reggina, il messaggio di Gallo a Toscano e la “ramanzina” ai calciatori: “la responsabilità adesso è tutta loro”

gallo e toscano reggina

Nella giornata di ieri importante confronto tra la società e la squadra, chiamata alla svolta. Il Presidente Gallo ha sottolineato che “esonerare l’allenatore è la mossa più semplice”, ma le responsabilità del momento negativo sono anche dei calciatori che scendono in campo, adesso chiamati ad un cambio di rotta

Mister Domenico Toscano e la Reggina. Una storia d’amore dal finale amaro, un epilogo che sicuramente nessuno poteva aspettarsi ad inizio stagione. Nemmeno il Presidente Luca Gallo, che col suo entusiasmo immaginava risultati in grande per la sua squadra, grazie ad importanti investimenti economici messi a segno nel calciomercato estivo insieme al ds Massimo Taibi. L’inizio complicato in Serie B però non cancella quanto di buono fatto nella scorsa stagione, in cui gli amaranto allenati da Toscano sono riusciti a dominare e far divertire la tifoseria: “Mi dispiace tanto che il tecnico oggi non ci sia più. Lo ringrazio dei momenti belli e dei momenti brutti, anche perché li abbiamo vissuti insieme”, è il messaggio del patron romano.

reggina toscano 7 tappeUn ringraziamento doveroso all’allenatore della storica cavalcata in Lega Pro, che oggi paga il conto più caro di una situazione molto negativa. “La cosa più semplice per cercare di dare una scossa è quella di sostituire allenatore”, ha ammesso Gallo, che poi è tornato a ribadire quanto detto due sere fa nel post gara col Venezia: “Avessi potuto mi sarei sostituito da solo, ma credo non si possa fare o comunque non è consigliato. Avrei potuto cambiare tutta la squadra…”. Già, la squadra. I calciatori infatti non sono esenti dalla situazione e adesso sono i primi ad essere chiamati a dare una dimostrazione di orgoglio e attaccamento alla maglia.

“Adesso che l’allenatore è stato esonerato, la palla passa a loro e devono invertire la rotta. Non siamo io o il tecnico ad indossare la casacca ed entrare in campo, a sbagliare la copertura in difesa o la giocata in attacco”, ha continuato il Presidente. Ieri, inoltre, c’è stato già un confronto con la rosa, è chiaro che tutti sono in discussione e ognuno dovrà assumersi delle responsabilità. Toscano ha salutato Reggio e la Reggina, questo sicuro dispiace a tutti all’interno del Sant’Agata, ma l’arrivo di Baroni non cambierà il trend se non sarà in primis la squadra a modificare il proprio atteggiamento.

Reggina, una foto significativa: l’occhio attento del presidente Gallo in allenamento

Ampiezza di campo, sovrapposizione terzini e trequartisti stretti: come può giocare la nuova Reggina di Baroni. 4 sistemi di gioco attenzionati [GALLERY]