fbpx

Reggina, tutti gli ex amaranto (o quasi) allenati da Baroni: Viola e Ceravolo “fedelissimi”. E ce ne sono due che i tifosi conoscono molto bene…

Ceravolo Nicolas Viola Castiglia Reggina Dino Panato/Getty Images

Tutti gli ex calciatori passati dalla Reggina e allenati dal nuovo tecnico Marco Baroni: ci sono due “figli del Sant’Agata” e altri due “quasi” amaranto

La storia di Baroni e della Reggina è particolare. Si potrebbe dire quasi “incrociata”. La prima avventura importante tra i prof per l’allenatore, con il Lanciano, combacia con l’ultima stagione in Serie B degli amaranto prima del ritorno quest’anno: la 2013-2014. Proprio per questo, però, sono diversi gli ex calciatori del club dello Stretto che il tecnico nativo di Firenze ha allenato successivamente alla retrocessione in C della Reggina. Si tratta di alcuni “figli del Sant’Agata”, che hanno poi spiccato il volo verso altri palcoscenici, ma anche di atleti passati da Reggio Calabria fino all’anno prima di quel 2013-2014, appunto ultimo tra i cadetti.

A Lanciano due vecchi nomi “mai amaranto”, ma che i tifosi ricordano bene…

Proprio nella stagione a Lanciano, conclusa dal tecnico a ridosso della zona playoff, c’era Gianmario Comi, che l’anno prima gonfiava le reti del Granillo grazie ai consigli di mister Davide Dionigi. Ma Comi era più che altro la riserva di… Diego Falcinelli. Già, proprio lui, che quest’estate è stato ad un passo dal vestire l’amaranto. Come lui, ma un anno e mezzo prima, Fabrizio Paghera, perno di quel centrocampo di Baroni. Anche lui i tifosi della Reggina lo conoscono bene per aver rifiutato la Reggina in favore della Ternana. Sarebbe stato uno dei primi acquisti dell’era Gallo, che virò poi su De Falco, allenato da Baroni a Benevento qualche anno dopo.

I due figli del Sant’Agata e “fedelissimi” di Baroni

Nicolas Viola e Fabio Ceravolo, due figli del Sant’Agata e due “fedelissimi” di Baroni. Entrambi, infatti, sono stati allenati dal nuovo tecnico della Reggina con due squadre diverse: il centrocampista a Novara (in cui ha sfiorato la A) e a Benevento (in cui l’ha conquistata), così come l’attaccante, che Baroni ha poi ritrovato lo scorso anno a Cremona. I nomi dei due calciatori, tra l’altro, erano circolati quest’estate come possibili rinforzi, ma gli ingaggi importanti e i rispettivi impegni contrattuali hanno allontanato ogni idea di trattativa o anche semplice contatto, facendo sì che rimanessero soltanto rumors e sogni di mercato.

Tra Pescara e Novara, tre piacevoli conoscenze della scorsa stagione

Ben 7 gli ex Reggina allenati da Marco Baroni tra Pescara e Novara, esperienze successive a quella di Lanciano. Oltre a Fiorillo alla prima e a Bergamelli alla seconda, da segnalare Matti Lund Nielsen (sponda adriatica) e Garufo e Corazza (sponda piemontese), reduci dalla cavalcata dell’anno prima con Toscano in panchina. A Novara, come detto, anche Nicolas Viola.

A Benevento anche Lucioni, Melara e Falco, a Frosinone c’era Crisetig, ma per pochissimo…

Nella stagione che ha permesso a Baroni di raggiungere per la prima volta la Serie A da allenatore, insieme al Benevento, c’erano – oltre ai già citati Viola, De Falco e Ceravolo – anche Lucioni, Melara e Pippo Falco. Il primo e il terzo si sono poi stabilizzati in Serie A col Lecce, mentre Melara ha lasciato la scorsa stagione la Juve Stabia dopo due stagioni. Come detto in altra pagina, poi, a Frosinone Baroni ha avuto per poche settimane Lorenzo Crisetig, arrivato in estate in Serie A e andato via a gennaio. Il nuovo allenatore amaranto schierò il centrocampista soltanto una volta, da mezz’ala, in una sfida di dicembre tra i ciociari e il Milan, finita 0-0.