fbpx

Il Natale ai tempi del Covid, Lamorgese: “70 mila forze di polizia controlleranno i territori”

lamorgese

Un dispiegamento elevato di forze dell’ordine nei giorni di festività natalizie per controllare il territorio: ad affermarlo è il ministro dell’Interno Lamorgese

Il Natale ai tempi del Covid non sarà un Natale normale. L’ultimo Dpcm del Governo ha difatti allontanato l’idea delle feste al ristorante, dei cenoni pieni di gente e degli assembramenti fuori dalle piazze, con il divieto di spostarsi tra comuni nei giorni “rossi” e con il coprifuoco confermato alle 22.

Per garantire più controlli possibili, il Governo metterà in campo un dispiegamento elevato di forze dell’ordine in tutto il territorio. A confermarlo, a Sky Tg24, il ministro dell’interno Lamorgese: “Le forze di polizia che noi utilizziamo sono un numero elevato – ha detto – circa 70 mila unità che saranno addette al controllo. Ma lo faranno con grande senso di equilibrio perché, nel momento in cui teniamo aperti i negozi e le attività commerciali, lo facciamo per dare respiro all’economia. Se ci sono le strade piene e i negozi aperti, non possiamo fare controlli incisivi perché si correrebbero rischi ancora più importanti”.

Poi, la presa di coscienza e la precisazione: “Nel periodo natalizio dovremo allontanarci da quelle che erano le nostre tradizioni. E’ un sacrificio necessario che ci consentirà di affrontare l’anno nuovo con maggiore sicurezza. Non ci può essere, però, una militarizzazione delle città, perché andrebbe in controtendenza con gli esercizi commerciali che abbiamo deciso di tenere aperti. Si dovranno evitare le file di persone ravvicinate fuori dai negozi”.