fbpx

Squalifica Insigne, il Napoli teme 2 giornate: le scuse all’arbitro e il ‘precedente Morata’ per sperare in uno ‘sconto’

Photo by Marco Luzzani/Getty Images

Squalifica Insigne, il calciatore del Napoli rischia 2 giornate di stop: le scuse negli spogliatoi e il ‘precedente’ Morata fanno sperare in uno ‘sconto’

La squalifica di Insigne preoccupa il Napoli. Il calciatore, espulso con un rosso diretto dall’arbitro Massa nella sfida contro l’Inter, a causa di un “vai a cagare” urlato in faccia all’arbitro, rischia fino a 2 giornate di stop, come da regolamento. Se la squalifica dovesse essere confermata, il capitano degli azzurri avrebbe finito qui il suo 2020, dovendo saltare le gare contro Lazio e Torino. Il Napoli, che in ogni caso proverà a fare appello, spera comunque in uno sconto di pena. Le scuse presentate all’arbitro da Lorenzo Insigne negli spogliatoi fanno ben sperare, così come il precedente legato all’espulsione di Alvaro Morata in Benevento-Juventus: il bomber spagnolo aveva criticato il mancato rigore concesso nel finale ma con un decisamente più mite: “quello era un rigore imbarazzante”. In quel caso la squalifica venne ridotta da 2 a 1 giornata.