fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Arrosto di vitello alle castagne

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione dell’arrosto di vitello alle castagne

L’arrosto di vitello alle castagne è una gustosa variante autunnale del tradizionale arrosto di carne. Un piatto completo dal punto di vista nutrizionale, questo, in cui la dolcezza delle castagne ed il gusto eccezionale dei funghi impreziosiscono la carne.

Difficoltà: media

Preparazione: 20 minuti

Cottura: 1 ora e 40 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

700 gr. di noce di vitello

250 gr. di castagne

40 gr. di funghi secchi

3 scalogni

Brodo vegetale

1 bicchiere di vino bianco

1 rametto di rosmarino

Olio e sale

Preparazione

Lessate le castagne e spellatele e, nel frattempo, lasciate in acqua calda i funghi secchi. Mettete in un tegame 4 cucchiai di olio, gli scalogni affettati e qualche rametto di rosmarino. Rosolate la carne a fiamma alta, sfumatela col vino bianco e fatela cuocere per 5 minuti. Unite le castagne ed i funghi strizzati insieme ad un bicchiere di brodo caldo ed un pizzico di sale. Coprite e cuocete a fuoco basso per 1 ora circa girando di tanto in tanto l’arrosto e aggiungendo, se occorre, del brodo.

Conservazione

L’arrosto alle castagne si conserva in frigo per 2 giorni.

Curiosità e benefici di questo piatto

Un secondo piatto versatile l’arrosto di carne perché può essere accompagnato ogni volta da un condimento diverso. La carne di vitello, alimento ricco di proteine ad alto valore biologico, di vitamine, minerali essenziali e ferro, in questo piatto è impreziosita dalle castagne: frutti delle nostre aree montane ricchi di una elevata percentuale di amidi, sali minerali, grassi, proteine e vitamine, erano considerate nei periodi di carestia un alimento essenziale. I funghi, con il loro gusto intenso, completano questo arrosto spiccatamente autunnale.

Il consiglio della zia

L’arrosto alla panna è una versione più ricca in cui la carne si fa prima rosolare e poi cuocere in una salsa di panna fresca e brodo vegetale. I funghi secchi, fatti rinvenire in acqua tiepida, si aggiungono a metà cottura.